gay-jabaquara-samuel da rocha

Accoltellato e ucciso ragazzo di 23 anni perché gay

gay-jabaquara-samuel da rocha

A quanto pare il Brasile è davvero in atto una guerra contro i gay, perché in queste ultime settimane i feriti e i morti per mano di gruppi omofobi sono aumentati in maniera esponenziale.
Dopo il terribile delitto di Joao, a San Paolo sabato un gruppo di omofobi è entrato nella stazione metropolitana di Jabalpur cercando di uccidere tre ragazzi gay (che si trovavano in luoghi diversi della stazione).
Tutti e tre i ragazzi sono stati accoltellati più volte mentre gli aggressori urlavano offese omofobe.
Due delle vittime si sono salvate e adesso sono in ospedale in gravissime condizioni, mentre il terzo, Samuel Rocha è morto dissanguato.
Samuel Rocha aveva solo 23 anni.
Sul web circolano le foto della pozza di sangue nella quale è morto che anche in questo caso, come per Joao, preferisco non pubblicare.
Su Facebook gli amici e i gruppi LGBT brasiliani non hanno dubbi, l’omicidio di Samuel è di matrice omofoba e gli assassini sarebbero degli skinhead che da giorni frequentavano la zona della stazione di Jabalpur urlando slogan omofobi.  
Se ai casi di omofobia in Russia i mass media hanno dedicato qualche minuto, sembra non interessare invece l’ondata di omicidi ai danni dei gay brasiliani.
Che siano troppo lontani per destare l’interesse dell’opinione pubblica?
(Grazie Nicola per la segnalazione).

gayomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese