Lady-Gaga-Cover-ARTPOP

ARTPOP, ecco la mia personalisssssima recensione sul nuovo album di Lady Gaga

Lady-Gaga-Cover-ARTPOP

01) Aura
E’ l’Americano dell’era ARTPOP. Questo pezzo sarebbe potuto stare benissimo nella tracklist di Born This Way fra un Judas, un Americano ed un Bloody Mary.
Radiofonica e vendibile quanto l’eterosessualità di Cristiano Malgioglio, Aura è stata – a posteriori – giustamente fatta uscire come singolo promozionale su YouTube con il trailer Machete Kills.

02) Venus
Una bomba, senza se e senza ma. 
Ottima per le radio, ottima in discoteca, ottima in macchina, ottima sul tapis roulant in palestra.
Una canzone versatile, trascinante, martellante e commerciale.
Sarebbe dovuta essere il primo singolo.

03) G.U.Y.
Un ottimo brano elettro-pop ad opera di Zedd.
Sexy, porco, (s)porco.
Touch me touch me don’t be sweet /
Love me love me please retweet”
è il mio pezzo preferito.
Avrebbe però potuto osare di più nel ritornello che è, paradossalmente, la parte più moscia della canzone. 

04) Sexxx Dreams
Degno di essere una traccia riempitiva che mi auguro non faccia mai uscire come singolo.

05) Jewels n’ Drugs
Sinceramente non capisco cosa c’incastri questa traccia con l’intero progetto ARTPOP.
Evitabile e … brutta, ma proprio brutta.
Più che Lady Gaga feat. T.I. Twista e Too $hort sembra T.I. Twista, Too $hoort feat. Lady Gaga.

06) MANiCURE
L’album dopo dieci minuti di abbiocco grazie a Sexxx Dreams e Jewels n’ Drugs torna finalmente ad avere un senso con MANiCURE. 
Il pezzo non è brutto, ma da Blair (Americano, Electric Chapel, The Edge Of Glory, Bloody Mary) mi aspettavo di più.
All’interno di ARTPOP ci sta benissimo, ma non da far uscire come singolo.

07) Do What U Want
Lady Gaga con questa canzone ha osato (sia per lo stile sia per il featuring inaspettato) ed ha fatto centro.
Uno dei miglior pezzi dell’album. 
Mi auguro che il video sia all’altezza del brano.

08) ARTPOP
Trovo questa canzone molto affascinante ed ipnotica ma beh, non è degna di portare quel nome: dal pezzo che dà il titolo all’album mi aspettavo una bomba, non una con un sound del genere.

09) Swine
Swine è una canzone che non ho molto capito: un attimo mi piace, l’altro la trovo inutile e l’altro ancora quasi fastidiosa.
Probabilmente crescerà con gli ascolti.

10) Donatella
Era una delle tracce che più attendevo e fortunatamente non ha deluso le mie aspettative: pop, frociarola, ironica, divertente, discotecara, mai banale.
Diventerà la colonna sonora di qualsiasi sfilata Versace (anzi, Versacci come lo pronuncia la Gaga) ne sono convinto.
Certo quella stronzetta della Germanotta si vanta tanto di essere italiana e non mi spiccica neanche una frase in italiano che vada oltre “dolce vita” e “bella”?
Ha cantato in francese (Bad Romance), tedesco (Sheisse) e spagnolo (Americano), cosa le costava infilarci dentro la canzone una frase nella nostra lingua madre?

11) Fashion!
Avere nella propria scuderia due dei più tamarri produttori di sempre (David Guetta e will.i.am) e partorire questa lagna.
Bisogna proprio impegnarsi.
Ed io che mi aspettavo una Commander feat. Scream & Shout feat. qualche raglio random della Germanotta tipo “oh oh oh mu mu mu la la la” da ballare in discoteca.
Delusissimo.

12) Mary Jane Holland
Totalmente riempitiva quanto inutile. D’altronde riuscire a fare un album di quindici tracce con quindici capolavori è impossibile, quindi ci sta tutta.

13) Dope
Arriva alla tredicesima traccia la prima ballad dell’album ed è un vero peccato, perché un punto forte della Gaga sono proprio le ballate, quelle strazianti fatte al pianoforte.
Coinvolgente ed appassionante.
In passato ha fatto di meglio, inutile negarlo, ma è buona.

14) Gypsy
Seconda ed ultima ballata dell’album. 
Piango.
Superfluo dire che deve diventare singolo.

15) Applause
Un successo radiofonico, una tenuta nella Billboard quasi disarmante nonostante non abbia neanche mai sfiorato i piani alti.
Applause piace, Applause si sa far apprezzare.
L’unico errore della Gaga è stato quello di farla uscire come primo singolo, per il resto .. applausi.

PROMOSSE A PIENI VOTI:
Aura
Venus
G.U.Y.
Do What U Want
Donatella
Gypsy
Applause

SUFFICIENTI:
MANiCURE
ARTPOP
Swine
Dope

EXCUSE ME, NO:
Sexxx Dreams
Jewels n’ Drugs
Fashion!
Mary Jane Holland

IPOTETICI SINGOLI:
1) Venus (Agosto 2013)
2) Do What U Want (Ottobre 2013)
3) Applause (Dicembre 2014)
4) Gypsy (Febbraio 2014)
5) Donatella / Dope (Maggio 2014, doppio singolo per chiudere l’era)

artpop recensioneLady Gagalady gaga artpop recensionelady gaga recensione

comments

Articoli più letti del mese