Immagine

Bacio gay censurato da un concorso della Canon perché "troppo volgare" – ecco il video incriminato

Ciao Fabiano, leggo il tuo blog da anni (ok, l’incipit non è dei migliori).
Ti scrivo per informarti e chiederti un’opinione per me molto importante.
Ho partecipato a un video contest per CANON (Come and See, gestito dall’agenzia visy) con un video intitolato LOVE.
L’idea che sta alla base del video è lo sguardo e un bacio, come semplice espressione d’amore. (Rispettando ovviamente il regolamento). Il bacio è tra due ragazzi, io e il mio ragazzo.”

Questa è l’email che mi è stata mandata da un mio lettore che ha partecipato al concorso Come And See di Canon gestito dall’agenzia Visy.
Il video – che vi allego a questo articolo – è stato rifiutato dagli organizzatori perché considerato troppo esplicito “purtroppo non abbiamo potuto approvare il video perché la redazione ha ritenuto la scena del bacio troppo esplicita” precisando successivamente che la scelta non è stata determinata dal fatto che fosse un bacio etero o gay.
Inutile è stata la successiva e-mail di Emiliano, il mio lettore, che si è dichiarato ‘allibito’:

“Buongiorno,
invio la presente in merito alla mail ricevuta dopo la mancata approvazione del mio lavoro per il video contest Come and See. Sono totalmente allibito e contrariato dalla vostra scelta, soprattutto per la motivazione data. Ancora non riesco a capacitarmi della definizione di “troppo esplicita”. Lo stesso regolamento diceva :”Quindi scenari naturali impressionanti, performance di street dance incredibili, videoinstallazioni da brivido, sketch divertenti, prestazioni agonistiche di altissimo livello, momenti personali indelebili… insomma, il tuo mondo, attraverso le tue raffinate immagini realizzate insieme a Canon!”
Un bacio è forse così scioccante da non poter esser visto da altri? Converrete con me che la scena non era pornografica, ma un semplice atto di quotidianità per molte persone. Se credete che questo possa turbare i visitatori del sito, allora c’è un grosso problema di base e di percezione della nostra realtà sociale.
Nel 1929 Dziga Vertov ne “L’Uomo con la macchina da presa” riprende il parto di una donna. È scioccante o naturale quella scena? Ed è un film visto ormai da più di 80 anni. Potrei citare molti altri esempi di audiovisivi (magari realizzati con strumenti CANON) ma non mi dilungo oltre.
CANON non è forse lo strumento utilizzato da molti artisti e creativi per esprimere in libertà le proprie idee?
Un bacio, uno stop motion di una donna in gravidanza, un bel paesaggio, sono tutti elementi della nostra quotidianità con egual valore. Non dovrebbe essere CANON, in quanto strumento di espressione creativa, un mezzo di promozione volta a superare stereotipi che hanno fatto il loro tempo?
Se un semplice bacio (sia etero o gay) è considerato troppo esplicito, la creatività di cui si fa giustamente vanto CANON, beh… sono totalmente solo delle bellissime parole che si tirano fuori quando si fa della brand value una spiccia questione di marketing.
Per quanto riguardo il tipo di bacio etero/gay voglio ben sperare che la vostra scelta di rappresentanti di CANON Italia non rifletta le reali politiche aziendali, anche se la vostra giustificazione almeno in parte me lo ha fatto pensare.”

A questa e-mail, l’organizzazione ha risposto che “A me personalmente non piace vedere la gente che si bacia con troppo impeto in pubblico, figuriamoci in video. Lo trovo volgare, non creativo. […] Qua la politica aziendale di Canon non c’entra nulla, qui c’entra il buongusto“. Specificando anche in questa occasione che l’omosessualità dei protagonisti non c’entra nulla.
La domanda la giro a voi: avete visto il video?
Lo considerate troppo esplicito e volgare?
La Canon ha fatto bene a rifiutarlo per questi determinati motivi?
Secondo il mio parere un bacio è amore e questo è stato un bacio, passionale, ma pur sempre un bacio. Non ho visto nulla di eccessivo, né di volgare.

omofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese