barbara-urso-gay

Barbara D’Urso contro l’omofobia: “Tra qualche anno queste discussioni contro le unioni gay sembreranno ridicole!”

barbara-urso-gay

Proprio come la battaglia contro la violenza sulle donne, anche quella per il riconoscimento dei diritti gay è diventata una priorità per Barbara D’Urso, che su Instagram ha lanciato un bellissimo appello.
E per una Porella Lorella Cuccarini che continua a gridare “no alla stepchild adoption”  in ogni dove (o stepchild adoccion come dice lei), abbiamo Barbarella che quotidianamente si batte per i diritti della comunità LGBT.

Insomma più Dolceamaro e meno La Notte Vola!

“Stamattina la legge sulle unioni civili è arrivata in Senato. Un tempo non c’era il divorzio, le donne non potevano votare, i neri non potevano sposare i bianchi….. La società per fortuna si evolve e oggi ci sembra ridicolo pensare che una volta quei diritti fossero negati. Esattamente allo stesso modo, tra qualche anno ci sembrerà ridicolo che discutevamo su diritti così elementari come i diritti civili per ogni coppia che si ama!! Dare diritti non significa toglierli ad altri, non c’è nessuno scontro tra famiglie di serie A e di serie B, TUTTI i più grandi Paesi europei riconoscono DA ANNI i diritti civili, vi sembra che vi siano state catastrofi sociali in quei Paesi? No! Non cambierà nulla, ma cambierà tutto per quelle coppie che aspettano da anni di essere riconosciute dallo Stato laico a cui pagano le tasse. Non fatevi ingannare da polemiche strumentali….. Bisogna stare dalla parte giusta della Storia. Dare sacrosanti diritti a chi si ama e vuole costruire un progetto di vita insieme: finalmente!! #sìlovoglio #amore #unionicivili #svegliatitalia #civiltà”.

Stamattina la legge sulle unioni civili è arrivata in Senato. Un tempo non c’era il divorzio, le donne non potevano votare, i neri non potevano sposare i bianchi….. La società per fortuna si evolve e oggi ci sembra ridicolo pensare che una volta quei diritti fossero negati. Esattamente allo stesso modo, tra qualche anno ci sembrerà ridicolo che discutevamo su diritti così elementari come i diritti civili per ogni coppia che si ama!! Dare diritti non significa toglierli ad altri, non c’è nessuno scontro tra famiglie di serie A e di serie B, TUTTI i più grandi Paesi europei riconoscono DA ANNI i diritti civili, vi sembra che vi siano state catastrofi sociali in quei Paesi? No! Non cambierà nulla, ma cambierà tutto per quelle coppie che aspettano da anni di essere riconosciute dallo Stato laico a cui pagano le tasse. Non fatevi ingannare da polemiche strumentali….. Bisogna stare dalla parte giusta della Storia. Dare sacrosanti diritti a chi si ama e vuole costruire un progetto di vita insieme: finalmente!! #sìlovoglio #amore #unionicivili #svegliatitalia #civiltà

Una foto pubblicata da Barbara d’Urso (@barbaracarmelitadurso) in data:

gayomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese