Beyoncé propone al Super Bowl un taglia/incolla dei suoi più grandi successi

Ingrassata.
Pessima parrucca.
Pessimo trucco.
(La Rowland era più figa di lei ed ho detto tutto).
Nessun nuovo singolo.
Nessun annuncio del tour.
Tutto tremendamente già visto e rivisto.
Questo è in conclusione il Super Bowl 2013 firmato Signora Carter.
Insomma, per chi già conosceva qualche performance della carriera di Beyoncé in questo show non ha visto niente di nuovo. Anzi.
La coreografia di Single Ladies sono esattamente cinque anni che ce la ripropone identica.
L’ingresso a sorpresa della Rowland e della Williams l’avevano già fatto nello stesso identico modo nel 2004 durante il Destiny Fulfilled and Lovin’ It Tour.
La performance con il vidiwall sullo sfondo idem, leggasi Billboard Music Awards 2011.
Insomma, un taglia/incolla dei suoi successi riproposti così, random, senza un preciso scopo promozionale.
Beyoncé sa cantare? Certo.
Beyoncé sa ballare? Certo.
Ma cosa mi rimane di tutto ciò, se non una versione rivisitata e corretta dell‘I Am … Sasha Fierce Tour ed un tweet di Simona Ventura? Esattamente niente.

Beyoncebeyonce superbowlbeyonce superbowl performance

comments

Articoli più letti del mese