Kater Francers

Bitchy F, intervista esclusiva a Katerfrancers del trio Power Francers

KaterFrancersDa tre anni a questa parte, da quando caricarono su YouTube il celebre singolo Pompo nelle casse, i Power Francers hanno pubblicato due album e numerosi singoli di successo.
Alla vigilia della nuova era discografica che inizierà domani con un pezzo che si preannuncia essere uno dei tormentoni di questo 2013, ecco l’intervista in esclusiva alla voce femminile del trio, Caterina Di Sciascio meglio conosciuta come Katerfrancers.

Dall’Abruzzo con furore.
E’ bastato un album auto-prodotto (Megazord del 2009 scaricabile gratuitamente online) ed un pezzo di successo che ha conquistato il disco d’oro (Pompo nelle casse del 2010) per farvi notare da una casa discografica major, la Emi Music Italy.
Come è avvenuto il contatto fra loro e voi Power Francers?
Essere arrivati ad una major è sicuramente una delle emozioni più grandi vissute nell’ultimo anno e di certo Pompo nelle casse – e la conseguente risposta del pubblico “social” – hanno giocato a nostro favore.
Il fatidico passaggio in major è avvenuto come succede, più o meno sempre, in questo ambiente: sono arrivate delle proposte alla nostra etichetta indipendente Off Limits e, insieme a loro, abbiamo deciso la soluzione che più si confaceva ai nostri desideri.

Grazie alla casa discografica Emi avete pubblicato lo scorso anno il primo ‘album ufficiale’ che porta il vostro nome e che contiene singoli di enorme successo come Mamma, Issima e Stile. E’ cambiato qualcosa dai Power Francers di due anni fa a quelli di ora sotto contratto?
No, affatto. Proprio perché uno dei punti fondamentali della stesura del contratto è stato l’interesse reciproco a lasciarci liberi di fare. Se ci fossimo snaturati avremmo perso tutta la nostra indole.

power francers

Che rapporto hai con Pacchiani e Goldentrash, gli altri componenti dei Power Francers?
Sono i miei migliori amici da sempre, dai tempi della scuola. Sono fratelli. Una delle cose più belle della mia vita attuale è, di certo, aver raggiunto degli obiettivi a lungo attesi insieme a loro.

Sei consapevole che grazie al vostro ultimo disco avete aperto le danze ad una nuova frontiera del rap, quello più commerciale, radiofonico ed elettronico che sta andando molto di moda ora? Bastano tre nomi per farti capire: Fedez, Baby K e Moreno, tutti e tre arruolati dalle case discografiche major negli ultimi mesi. Ti senti in qualche modo responsabile?
Ahahahahah responsabile no, di certo no. Non siamo stati noi i “responsabili”, ma una serie di fattori insieme: tempi musicali, influenze, tendenze, mode. Di certo noi siamo stati i primi ad utilizzare la metrica del rap su sonorità elettroniche e sulla cassa dritta e quando lo abbiamo fatto non sono mancate le critiche.
Probabilmente ora il pubblico si è abituato, oppure trattando gli altri artisti, temi leggermente diversi, non ci si accorge  che la concezione dei brani è molto simile.

E’ previsto un ulteriore singolo dal vostro album?
Il 21 Giugno uscirà il nuovo singolo ed il nuovo video. Non è contenuto nell’album. Il brano è molto estivo ed anche più pop del nostro solito.

Cosa pensi dell’omofobia spesso decantata nelle canzoni rap? Va ancora di moda? Sei favorevole ai matrimoni omosessuali?
Credo che l’ignoranza non sia mai andata di moda e che sia troppo semplice risultare vincente mirando ad un bersaglio facile.
Non è più il tempo per queste pochezze culturali, già da secoli! E mi auguro lo abbiano capito tutti.
Io, personalmente, un brano contenente palese omofobia non lo ascolterei mai e non per perbenismo, ma per disgusto.
Certo, sono favorevole all’amore, che è uno solo ed universale. Nella mia vita amo ed ho amato tanto e non esiste una persona al mondo che non meriti l’amore.

Hai un blog, una pagina facebook ed un profilo su twitter: ti arrivano più complimenti dai fans o sfottò dagli haters? Ti fanno stare male le critiche?
Arrivano entrambi. All’inizio gli haters ferivano tanto, sopratutto perché le critiche erano di una pochezza epocale, spesso indirizzate alla mia persona ed alla mia dubbia integrità (gioco facile per chi gioca con sé stessa come il mio personaggio). Adesso ho capito, so come comportarmi, so quando leggere e quando no.
Quando sono più vulnerabile, magari mi evito ansie inutili.
I complimenti ci sono – e sono molti – e di sicuro quelli che mi fanno più piacere sono quelli delle ragazze.

Progetti per il futuro?
Tanti! Diversi singoli in cantiere che usciranno presto ed un progetto parallelo ancora top secret, molto personale, in cui probabilmente mi cimenterò da sola … chissà!

Kater Francers 2

Grazie Katerfrancers per la disponibilità.
Blog
YouTube
Facebook
Twitter
Powerfrancers.it

EDIT: Ecco il nuovo singolo.

katerfrancers intervistapower francers intervistapowerfrancers 2013powerfrancers nuovo singolo

comments

INTERVISTE

Articoli più letti del mese