prete sesso brescia

Brescia: Video di un prete gay che fa sesso in oratorio e si masturba con un rosario

Schermata-2015-04-13-alle-20.29
Lo stesso ragazzo che la scorsa settimana aveva raccolto le prove che hanno portato alla sospensione di un parroco 50enne di Taranto, in questi giorni ha presentato alla polizia e a diversi giornali le prove che incastrano un altro prete, questa volta di Brescia.
Andrea B ha mostrato dei materiali inequivocabili, da conversazioni su Whatsapp e Skype, fino a diversi video e foto in cui si vede il sacerdote fare sesso e masturbarsi anche con un rosario.
Premesso che sono più che felice che questi sacerdoti siano stati smascherati, ma questo ragazzo cos’è una specie di Buffy il cacciatore di preti gay pervertiti?
>> Qui per vedere il video porno del prete di Taranto

Ecco l’intervista che Brescia Today ha fatto ad Andrea:

– Cosa le chiedeva il prete bresciano su internet?
“Come ha potuto vedere attraverso i video che le ho mostrato, era veramente pesante. Si masturbava avvolgendosi il rosario attorno al pene, mi incitava a dire frasi a sfondo sessuale condite di bestemmie. Mi ha chiesto persino se mi andava di farmi fare la pipì addosso e di inviargli mie foto completamente nudo”.

– Pensa che sia andato a letto anche con minori o ragazzi della parrocchia?
“Non ho prove che sia andato a letto con minori. Ma di sicuro ha fatto sesso con ragazzi e altri sacerdoti dentro l’oratorio, come dichiara lui stesso in un video. Se poi siano giovani della parrocchia, questo non posso dirlo. I rapporti avvenivano solitamente di notte. Noi invece dovevamo vederci di giorno, e in quel caso mi aveva proposto una casa di sua proprietà al lago, sempre bel Bresciano. E’ anche iscritto a una ‘sex community’ per incontri gay”.

– Stando così le cose, non sembrano esserci elementi di rilevanza penale. Cosa l’ha spinta a rendere pubblico il caso?
“Perché penso che, vivendo in mezzo ai ragazzi, possa comunque essere pericoloso e abusare della sua posizione. Basta guardare la sua pagina Facebook e vedere quanti giovani ha tra i suoi amici. E poi l’insistenza, la violenza e l’oscenità dei suoi messaggi sono di una gravità persino maggiore rispetto al caso di Taranto”.

– Ha più avuto notizie dalla diocesi di Brescia?
“No, non si sono più fatti sentire. Dopo la denuncia al tribunale ecclesiastico di Taranto, mi informavano di continuo della situazione e il prete è stato velocemente rimosso. Dal vescovo Luciano Monari, invece, nessuna notizia. Io spero che una decisione sia presa il prima possibile”.

gayprete

comments

TRASH

Articoli più letti del mese