gay sex

Come convincere un gay attivo a fare il passivo in 6 semplici step

gay sex

Il sito TheGailyGrind.com ha stilato una simpatica lista con sei step da utilizzare per convincere il proprio partner attivo a girarsi e darvi il culo.
Non so quanto questi punti possano interessarvi e/o essere efficaci, tant’è fatemi sapere – se provate – com’è andata a finire.

1) Proporre un 69. 
Secondo il sito, infatti, chiedere al proprio partner attivo di farvi del sesso orale tramite un 69 è il primo step della sottomissione: voi sotto, lui sopra.

2) Farsi fare del sesso orale.
Dopo aver iniziato il 69 è consigliato divincolarsi dalla presa e posizionarsi in ginocchio davanti a lui (che sarà rimasto a quattro zampe, come durante il 69): a questo punto sarà solo lui a praticarvi del sesso orale e voi avrete il pieno controllo.

3) Bloccategli le braccia.
Finito il sesso orale lui vi chiederà di ricambiare, voi giratelo a pancia in su, ma invece di praticargli del sesso orale bloccategli le braccia e baciatelo per qualche minuto strusciandovi sopra di lui: anche in questo caso sarete voi ad avere il pieno controllo della situazione.

4) Praticategli del rimming.
Ma attenzione! Come citato nel sito, è bene praticare il rimming con tutta la lingua senza stuzzicare troppo l’ano con la punta: l’attivo da sottomettere non deve avere la sensazione che voi vogliate penetrarlo, ma deve solo lasciarsi andare al piacere.

5) Mettetegli il dito in bocca.
Una volta che l’attivo si è rilassato mettetegli un dito in bocca per ricordargli il vostro pene (giuro: sul sito è scritto così), e strusciategli il vostro pene sull’ano.
Nessuna penetrazione, solo un gioco di strusciamento.

6) Penetratelo.
Lubrificatevi il pene e rilassate il vostro partner: per fargli sentire meno male fategli fare il rilassamento totale dello sfintere, ovvero ditegli di stringere il proprio ano più forte che può per il più tempo possibile: lui resisterà circa 20 / 30 secondi, come il suo muscolo si rilassa spontaneamente, voi spingete dentro il vostro pene.

E vissero felici e contenti…

hot

comments

Uncategorized

Articoli più letti del mese