Donald Trump in passato ha difeso i gay e ha chiesto una legge contro l’omofobia

trump-gay

Oggi è chiaro a tutti cosa pensa Donald Trump (e peggio ancora il suo vice Mike Pence) dei diritti della comunità LGBT, ma in passato le cose erano decisamente diverse.
Nel 2000 in un’intervista rilasciata a The Advocate si dichiarò a favore di una legge sul modello delle Unioni Civili e una contro l’omofobia.
“Quando qualcuno è vittima a causa della sua etnia, del suo colore della loro pelle o del suo orientamento sessuale, è necessario intervenire con una una dura sanzione. Vorrei modificare l’articolo 1964 sui diritti civili per includere un divieto di alla discriminazione in base all’orientamento sessuale. Sarebbe semplice. Non abbiamo bisogno di riscrivere le leggi attualmente in vigore, anche se credo che dovremmo affrontare una riforma contro i crimini d’odio. Io sono a favore di una legge sulle partnership gay che garantisce alle persone omosessuali le stesse protezioni legali e gli stessi diritti delle persone sposate. Credo che sia importante per le coppie gay, impegnate gli uni con gli altri, in modo da non avere problemi quando si tratta di eredità, prestazioni assicurative ed altri diritti di tutti i giorni”.
In 16 anni evidentemente deve aver cambiato idea, o più semplicemente ha capito che vomitando stronzate omofobe, sessiste e razziste avrebbe conquistato più voti in USA.
In ogni caso Donald non ci fa una bella figura.

Fonte: Gayburg

Donald Trump

comments

LGBT

Articoli più letti del mese