signora-napoli

"E se tuo figlio fosse gay?" – la bellissima risposta di una signora napoletana (VIDEO)

signora-napoli

“E se avessi un figlio gay?”
Dopo aver sentito personaggi più o meno noti dire che accetterebbero con difficoltà un figlio omosessuale, ecco che la risposta perfetta arriva da una signora napoletana fermata per strada da un giornalista di Fan Page.
Con estrema semplicità questa donna ha umiliato l’omofobia interiorizzata di molti genitori italiani che spesso vengono giustificati dagli stessi gay quando partoriscono frasi come: “preferirei fosse etero”, “chi vorrebbe un figlio gay? siamo onesti”, “mi ammazzerei se avessi un figlio frocio!”, “starei male, lo accetterei col tempo”.
Prima di giustificare queste frasi provate sempre a sostituire la parola “gay” con “nero”, “meridionale” o “femmina”. Se la vostra percezione cambia significa che dovete rivedere il vostro concetto di omofobia.
Perché ricordatevi che spesso fanno più male le parole degli schiaffi e che di omofobia si muore ancora in Italia e ad armare gli assassini la maggior parte delle volte non sono bastoni o pistole ma frasi come quelle che ho riportato qui sopra.

gayomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese