Fedez-X-Factor

Fedez cacciato da X Factor per colpa dell’inno al M5S?

Fedez nudo Rolling Stone (1)

Può un inno inciso per un partito politico essere una causa di licenziamento?
Fortunatamente no.
Anche se tre Onorevoli del Partito Democratico hanno fatto di tutto per cercare di fare uno sgambetto a Fedez colpevole di aver inciso il nuovo inno del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo (che potete ascoltare premendo qua).
Se l’Onorevole Stefano Pedica ha accusato il rapper di vilipendio al Capo dello Stato, i deputati Federico Gelli e Ernesto Magorno hanno addirittura chiesto come mai Sky non lo abbia allontanato da X Factor.
Da incorniciare la sua risposta alla trasmissione Otto e Mezzo: “I candidati del Pd hanno chiesto una presa di posizione a un’emittente televisiva per delle dichiarazioni che io ho fatto fuori dal contesto televisivo. Lo trovo assurdo. E’ come se un preside sospendesse un alunno perché preferisce Pollock a Chagall”.
Intimidazioni rilasciate ai giornali su eventuali licenziamenti per colpa di un semplice inno, condivisibile o no, ma pur sempre un inno: Cicciolina ha cantato un inno al cazzo, per quale motivo Fedez non può farlo ad un movimento che apprezza?
Roba da pazzi.
Come ha dichiarato Di Battista e che condivido: “Vogliono fare abbassare la testa a Fedez immediatamente. Temono che altri decidano di prendere posizione. Ne colpiscono uno per educarne cento, un metodo da brigatisti“.
Fortuna, nel marasma politico italiano, c’è qualcuno che connette ancora due sinapsi.

Schermata 2014-10-11 alle 02.42.09 Schermata 2014-10-11 alle 02.42.42 Schermata 2014-10-11 alle 02.42.56

fedezfedez beppe grillofedez inno 5 stellefedez inno politicofedez pdfedez vilipendiofedez x factor

comments

Uncategorized

Articoli più letti del mese