ivana-spagna-Straight-to-Hel-660x330

Ivana Spagna in esclusiva per Bitchy F fra Straight To Hell, matrimoni gay e reality show

Un nuovo singolo su iTunes, un progetto ambizioso per celebrare i trent’anni di carriera, un commento sul Gay Pride (che la vedrà protagonista in quel di Barcellona) e i motivi che l’hanno spinta a dire no ai talent show.
Questo e molto altro su Bitchyf.it
Ecco la mia ultima intervista a Spagna:

Come è nato “Straight to Hell”?
“E’ nato per la voglia di riprendere in mano le redini della mia dance che avevo abbandonato e che ho ripreso dall’anno scorso. In questo pezzo mi riconosco tantissimo, ho voluto mettere insieme un video che fosse all’altezza della canzone. Ho preso l’ispirazione dal film ‘Il curioso caso di Benjamin Button’ che parla della storia di quest’uomo nato vecchio e che muore bambino; sono rimasta molto affascinata da ciò e ho voluto ricrearlo nel mio video. Non ho lasciato niente al caso, ho chiamato il truccatore premio Oscar che ha lavorato nel film di Al Pacino “L’Avvocato del Diavolo” e una truccatrice di Tale e Quale Show – Maria Luisa – che si è occupata della creazione delle protesi: in tutto sono state 6 ore di trucco, 1 ora e 50 per togliere la prima faccia che si vede nel video: quasi 8 ore di lavoro, ma ne è valsa la pena. Sono felicissima, l’ho fortemente voluto con tutta me stessa e sono soddisfatta del risultato. Mi sento orgogliosa di presentarlo al pubblico.”

ivana-spagna-straight-to-hell
Oltre il singolo, c’è anche un album in cantiere?
“Ci sarà un nuovo singolo in autunno, accompagnato da un video. Vorrei fare un album per celebrare i 30 anni della mia carriera. Un album con anche un dvd con i miei video”.

Il tuo singolo “Baby Don’t Go”, uscito a marzo, è diventato l’inno ufficiale del Gay Pride di Verona e il prossimo 27 giugno presenzierai al Gay Pride di Barcellona. Sei favorevole ai matrimoni omosessuali?
“Si certo sarà presente al Gay Pride di Barcellona. Al Gay Pride di Roma ho visto gente che ha marciato a testa alta per i loro diritti, una manifestazione da prendere come esempio, conclusa con una bellissima festa gioiosa fatta di sera. Non ci sono stati problemi, inconvenienti, è stata una bellissima esperienza. Io sono assolutamente favorevole al matrimonio gay. Io lo dico a chi li combatte, ma cosa stata a combattere il matrimonio tra omosessuali, smettetela, quando si parla di amore è bello coronarlo anche con le nozze. Le cose da combattere sono altre, come la delinquenza, le guerre e tutto quello che porta sofferenza, non quello che regala amore.”



Pensi che con la musica e l’arte in genere si possa combattere l’omofobia?
“Certo, con la musica si mandano molti messaggi, la musica non ha barriere, arriva al cuore e alla mente. La musica fa pensare e riflettere, la lotta all’omofobia è una battaglia più che positiva. Invece la battaglia di chi contrasta i gay non ha ragione di esistere dalla base, è insensata. Ma è possibile ancora oggi stare qui a parlare di omofobia? Dovrebbe essere tutto risolto in un paese civile. L’omosessualità è natura, siamo tutti diversi, ognuno ha la sua tendenza, i suoi gusti e orientamento, questo è un dato di fatto.”

Abbiamo visto anche durante l’Isola dei Famosi il bellissimo rapporto che ti lega a Valerio Scanu, ci dobbiamo aspettare un duetto inedito in futuro?
“A me piacerebbe molto perché ammiro Valerio e gli voglio molto bene. Quando canta mi regala emozioni è bravissimo e lo dico con il cuore.”

Ci sono dei giovani cantanti con i quali ti piacerebbe collaborare? Se sì, chi?
“Si proprio con Valerio, oppure con Tiziano Ferro, perché come Scanu anche lui canta con l’anima”

Accetteresti di fare la giudice / coach di un talent show?
“No ho già rifiutato, ho detto di no tante volte. Non mi piace far parte del destino delle persone giovani, soprattutto in negativo. Non voglio tarpare le ali a nessuno.”

Nel 2006 hai partecipato con grande successo a Music Farm (dove ti sei classificata al terzo posto, dietro Massimo Di Cataldo e Pago), oggi, a distanza di 9 anni, parteciperesti come concorrente ad un nuovo reality show come ad esempio L’Isola dei Famosi?
“Mi attirano tantissimo queste cose, io amo le sfide, ma ho una cosa che mi trattiene e sono i miei gatti, non riesco a stare lontana da loro. Magari farei qualcosa che mi lasciasse più libertà, mi piacerebbe Ballando con le Stelle, anche se ho detto di no un paio di volte, perché avevo degli impegni in quel periodo. Chissà se me lo richiederanno, anche perché io amo un casino ballare. Se lo sapessi in anticipo sarebbe diverso adesso.”

Ivana-Spagna

blogintervistaivana spagna

comments

BLOG NEWS

Articoli più letti del mese