10530864_878915802122709_8610425897102589935_n

L’angolo di YouTube: intervista a Barbie Xanax

Barbie Xanax 2

Il suo nome è Marta, ma su YouTube è famosa con lo pseudonimo di Barbie Xanax, una scelta che omaggia la sua personale visione della società contemporanea.
Una laurea in Teoria e critica cinematografica, due canali YouTube (@BarbieXanax e @BarbieXanaxFactory) ed un blog
Impossibile non conoscerla.
Qua se vi siete persi le mie interviste precedenti agli YouTubers italiani.

Sei diventata famosa su internet come una Scene Queen, oggi però la tua immagine non corrisponde più a quella proposta dai modelli delle “regine della scena”. Come è avvenuto questo cambio di look?
Quando rimani incastrata in una moda fai la fine di Avril Lavigne, credo che il cambiamento sia necessario per una fase di crescita; cambiavo colore e tagli di capelli da quando avevo 14 anni alla fine tutto diventa noioso. 

Come mai hai deciso di aprire due canali YouTube: cosa ti ha spinto a farlo? E quale è la differenza fra i due?
Inizialmente su Youtube c’erano pochissimi utenti e video in italiano quindi condividevo video mentre mi facevo i piercing da sola, per puro esibizionismo. Il primo canale è nato con una certa “ufficialità” ora è diventato un pochino più “serio” ho un approccio leggero ma più contenuto, il secondo è nato come una fabbrica dove il gesto è centrale rispetto alla qualità video, un canale più libero dove posso condividere i miei pensieri su fatti sociali o video inutili che trovo divertenti. 

Barbie Xanax

Quanto tempo ci metti a girare un video fra produzione, post-produzione, montaggio e caricamento?
Per il secondo canale poco tempo, il primo invece richiede circa 7 ore per un video di 10-15 min di cui 2 sono per vedere il film, un’ora e mezza per scrivere la recensione trovare curiosità e verificare le informazioni, due ore circa per registrare il video tentando di dare più spontaneità possibile ed essere poco Manuela Arcuri, poi c’è un’ora e mezza di montaggio. Fortunatamente carica da solo ma tra l’alta qualità e la lunghezza, per video di 20min si arriva anche a file di 1GB, a volte sono arrivata a 12 ore per caricarlo. 

Quale è la tipologia di video che ami girare? E quella invece che detesti?
Fortunatamente ho legami lavorativi molto tranquilli, probabilmente perché non sono a certi livelli ma ho piena libertà sui video, se un video non mi piace posso permettermi di non farlo e rifiutare, se una persona non mi piace posso non collaborarci e soprattutto posso dire quello che voglio (nei limiti di legge) senza che la società X venga a tirarmi le orecchie. Però se c’è una cosa che detesto è il montaggio dei video. Un po’ tutti i video mi divertono ma per motivi diversi. 

Sei una dottoressa in storia e critica del cinema ed una tatuatrice: YouTube a parte, quale delle due strade ti piacerebbe intraprendere “da grande”?
Il mio obiettivo è quello di affermarmi come teorica mi affascinano molti settori come i gender, i postcolonialism e i porn studies ma non si può essere esperti in tutto, in tal caso sarebbe fondamentale una carriera accademica scelta praticamente impossibile in Italia; anche il lavoro del critico non mi dispiace ma non è la stessa cosa.

Come tutti gli YouTuber ed i personaggi popolari sarai anche tu vittima di critiche, come le affronti? C’è una critica in particolare che ti ha particolarmente ferito?
Inizialmente più che esserne ferita provavo tantissima rabbia, spesso sono insulti gratuiti e li trovavo ingiusti, con il tempo mi sono abituata e le uniche critiche che mi interessano sono quelle feroci da parte di persone che stimo lavorativamente o umanamente, le loro sono sempre mirate a farmi superare i limiti, il resto sono solo scoregge nel vento.

..ed il complimento più bello?
Fortunatamente tanti, da chi mi ringraziava per le ripetizioni prima dell’esame di cinema, chi grazie ai miei video ha scoperto di amare il cinema e di voler seguire il mio stesso percorso di studi, oppure quando ragazze dell’età delle mie nipotine scrivono dicendomi che sono il loro idolo e vorrebbero diventare come me. Persone diverse mi hanno scritto dicendomi che i miei video li mettevano di buonumore nonostante stessero combattendo contro la depressione. In certi casi un “grazie mille” non è davvero abbastanza come risposta.

Sul tuo canale principale fai recensioni su film, serie TV e libri: un film, un telefilm ed un libro usciti negli ultimi dodici mesi che ci consigli?
Sarò un po’ banale per i film: “Dallas Buyers Club”, “Her” e “Grand Budapest Hotel”. Serie tv: “True Detective”, libro: “Una storia di Gipi”. 

Sei una grande fan di Britney Spears e del puttan pop in generale: hai mai pensato di parlarne su YouTube in una rubrica specifica?
Adorerei, sarebbe perfetta se fatta con JustLuke88tv…se solo abitassimo vicini. 

Capitolo Massimo Boldi: su Twitter ha delirato dopo un tuo commento pungente dove hai hai detto che il suo ultimo film è stato un flop. Pensi che l’era Cinepanettone sia realmente finita? O è Massimo Boldi ad aver stancato?
Secondo me Massimo Boldi è uno dei tanti graziati dagli anni 80 e dal boom della televisione commerciale, non sono veri comici ma caratteri fissi che ripropongono le stesse identiche battute da 30 anni, il berlusconismo è passato di moda così come tutti i suoi simboli. Il cinepanettone è tramontato, il loro stesso pubblico vuole qualcosa di più, di più stupido purtroppo ed il successo de I soliti idioti e di Zalone ne sono una prova. Il cinepanettone si era fossilizzato sul mito anni 80 della donna giovane e prorompente che tentava in tutti i modi di sedurre l’uomo di mezza età sposato con la Moira Orfei di turno, ora il pubblico preferisce battute ripetitive e l’ordinarietà spacciata per eccellenza.

barbie xanaxbarbie xanax videobarbie xanax youtubeintervista barbie xanax

comments

INTERVISTE

Articoli più letti del mese