1011264_718723848159571_618725823_n

L’angolo di YouTube: intervista a Sillycon Drop

1011264_718723848159571_618725823_n
 
Dopo la Pizzettara, le Tracklist in gif, le Top10 ed il Bono di Instagram potevo non realizzare una nuova rubrica estiva per il blog?
Detto, fatto.
Protagonisti di questo angolo gli YouTubers italiani.
Attori, makeup artist, filosofi, poracci, ragazzi comuni, feticisti e drag queen: tutti avranno il diritto di parola ed il loro piccolo spazio su questo blog.
Un mondo variegato, curioso e cliccatissimo che spero possa interessarvi.
Secondo protagonista di questa rubrica (dopo Star Fashion MakeUp di settimana scorsa) è Federico, aka Sillycon Drop.
Il suo canale YouTube è @SillyconDropMUA
 
Ciao Federico, ormai sono due anni che hai aperto un canale YouTube. Cosa ti ha spinto a farlo? 
Ciao Fabiano, è un piacere essere intervistato da te, sono fan del tuo blog praticamente da sempre 🙂 prima di dedicarmi alla carriera drag ricordo che cercai per anni dei tutorial che potessero insegnarmi le fondamenta di questo mondo dalle infinite sfumature e colori ma senza trovarne di adatti.
Esibizionismo e altruismo sono le parole chiave.
Nasco, cresco e corro in Sardegna, e vengo da un contesto di gelosie, dove nei camerini il trucco tra colleghe drag è sempre stato un tesoro prezioso da custodire fino alla morte. Ho imparato tutto da autodidatta e non ho avuto la fortuna di essere stato aiutato dalle mie colleghe.
Dopo aver sviluppato un livello accettabile (per un perfezionista ovviamente) ho deciso di condividere il mio sapere e le mie tecniche con tutto il mondo, in modo da poter aiutare chiunque non sapesse su quale trousse sbattere la faccia.
 
Su YouTube ti ‘trasformi’ in Sillycon Drop, un’eccentrica drag queen che fa tutorial sul trucco: quando hai iniziato a travestirti e truccarti?
Ho iniziato a sperimentare sul mio viso agli inizi del 2009, ma il mio primo spettacolo risale all’autunno 2010. C’è stata una persona in particolare che è la “causa” di tutto questo, alla quale non smetteró mai di dire grazie.
Questa persona è il mio ex ragazzo, col quale ho avuto una storia abbastanza lunga e molto bella.
È colui che montava i miei video e la rottura con lui è stata il motivo per il quale non ho postato nulla per 10 mesi.
 
1544979_703128543052435_1937075479_n
 
Tutti i tuoi video tutorial hanno la particolarità di essere muti: come mai? Non pensi di essere svantaggiato nel non spiegare i passaggi?
Ahah diciamo che ho iniziato a parlare davanti alla telecamera relativamente da poco. Gli ultimi tre video che ho postato sono registrati in inglese essendo io bilingue.
In realtà c’è una motivazione che alcuni penseranno sciocca ma è una cosa che mi ha sempre imbarazzato.
Sono sempre stato molto self conscious e critico per quanto riguardasse la mia bocca, specialmente la mia dentatura. E mi ero ripromesso di non parlare in video fin quando non avrei terminato la cura ortodontica.
Poi aggiungici un pizzico di pigrizia nel mettere i sottotitoli (che è un lavoraccio) e un velo di mistero et voilà.
Credo tu abbia ragione sul fatto di essere svantaggiato nel non spiegare i passaggi, ma penso e spero che i fotogrammi e i tagli video parlino da soli.
Ci vorrebbe un eternità e non basterebbe un’ora di video in tempo reale per spiegare tecniche così complesse come la femminizzazione di un volto.
 
Quanto tempo ci metti a girare un video fra produzione, post-produzione, montaggio e caricamento?
Normalmente le riprese durano due ore e mezzo, la post produzione e montaggio altre due orette, il render e il salvataggio del video anche dodici o tredici ore e il caricamento un’ora e mezzo.
Al monento mi occupo di tutto da solo, ed è un lavoro molto complesso e faticoso.
Per pigrizia, distrazioni e inconcludenza suddivido gli step in piú giorni. Quindi mi ci possono volere tre giorni di distanza tra le riprese e il caricamento su youtube. Ahahaha
 
Sei uno dei pochi in Italia ad aver aperto un canale sul makeup per le drag queen: come mai secondo te?
Beh, sicuramente è un topic molto particolare, e sono davvero poche le colleghe in grado di realizzare un trucco drag dalle linee pulite, e il video evidenzia qualsiasi tipo di difetto, quindi confido nel loro buonsenso.
Inoltre penso che per poter intraprendere questa carriera di videomaker, ci voglia molta cultura, spirito di osservazione, tanta pazienza, buon gusto e glamour e bisogna sempre anticipare i tempi e creare dei trend e trovare tutti questi fattori in una persona è raro quanto la neve nel deserto. 
 

 
Cosa pensi del mondo Drag in Italia? E’ molto diverso da Londra dove abitavi?
Mi sono ritrasferito in Sardegna ad agosto dell’anno scorso; per quanto riguarda Londra posso definirla una parentesi gay piuttosto bizzarra.
Il mondo drag inglese è molto diverso dal nostro. Posso affermare che siamo sicuramente dei migliori intrattenitori (visto il famoso humour inglese) e anche a livello di immagine e cura per il dettaglio e raffinatezza siamo nettamente superiori (e in questo siamo stimati tanto nel mondo), peró loro lavorano molto di più, specialmente in teatri, alcune hanno addirittura dei propri show con biglietti in vendita e vengono pagate sicuramente meglio di noi.
Non sono tantissime ma tante lavorano come dj, host (presentatrici/madrine delle serate) e riescono anche a portarsi a casa un bel bottino poichè presenziano snche a due o tre eventi situati in posti diversi nella stessa notte.
Le cabarettiste brave o meglio camp queen che ho avuto la fortuna di conoscere sono davvero poche, peró alcune davvero geniali.
Una cosa che effettivamente mi ha shockato è il fatto che diverse cantassero live stonando come se non ci fosse un domani; in tutto ció il pubblico era entusiasta, ovviamente ubriaco dal primo pomeriggio.
 
Il complimento più bello che hai ricevuto?
Diciamo che non esiste un complimento più bello di un altro, mi fanno tutti molto piacere. Sicuramente ci sono dei commenti che mi aggradano più di altri, e sono quelli delle stesse drag alle quali mi sono ispirato prima di iniziare la mia carriera e quelli che provengono da paesi più chiusi mentalmente, come il medio oriente ad esempio al quale sono molto vicino..
Sapere che ragazze e ragazzi gay o meno provenienti da qualsiasi parte dell’arabia mi considerano un idolo è davvero una sensazione meravigliosa.
Per la loro cultura ad esempio è proibito (haraam) che un uomo ricalchi un modello di bellezza femminile, sia con abiti o trucco/parrucco.
Il fatto che persone di religione islamica riescano ad accettare questa realtà è un passo davvero importante.
Sapere che l’omosessualità è punita legalmente, è una cosa che mi rattrista tanto e deve spingerci a riflettere quando diamo tante cose per scontate. Alla fine qui in Italia non siamo messi così male, siamo molto fortunati per il fatto che abbiamo la possibilità di manifestare per ottenere uno straccio di diritti. 
E li otterremo 🙂
Dalle loro parti è ancora un pó un medioevo.
 

 
Il tuo sogno nel cassetto?
Sono una persona molto più normale di ció che io stesso faccia credere, non ho sogni nel cassetto particolari se non quello di accrescere la mia fama positivamente ed essere stabile in generale, psicofisicamente, sentimentalmente ed economicamente 🙂
 
Tre canali YouTube che vale la pena seguire?
Vi presento alcune persone che stimo davvero tanto e credo siano davvero interessanti:
Se cerchiamo tutorial di trucco beauty, trav o drag sicuramente Joseph Harwood (inglese)
Se cerchiamo tutorial di trucco beauty da sera o da editorial sicuramente Mrdanielmakeup (italiano).
Se cerchiamo tutorial di trucco alternativi, giocosi ma molto femminili e creativi assolutamente Lacindina (italiano). 

sillycon dropsillycon drop drag queensillycon drop youtube

comments

Uncategorized

Articoli più letti del mese