Destiny's Child Love Songs

Le Destiny’s Child al Super Bowl, ecco come sono cambiate negli anni (ed i loro look peggiori)

Il 3 Febbraio sul palco del Super Bowl uno dei gruppi iconici dei primi anni 2000 si riunirà a distanza di ben nove anni dal loro ultimo album: le Destiny’s Child.
Sono passati esattamente 16 anni dal loro primo singolo ufficiale: era il 1997 e la storica formazione composta da Beyoncé, Kelly Rowland, LeToya Luckett e LaTavia Roberson pubblicò No, No, No lead single dell’album di debutto Destiny’s Child.
Il pezzo andò talmente bene che qualche mese dopo rilasciarono pure No No No Part 2.  

L’anno successivo, nel 1999, pubblicarono il secondo album dal titolo The Writing’s On The Wall da cui furono estratti pezzi come Bills Bills Bills e Say My Name.
Nessuno all’epoca sospettava niente, ma quello sarebbe stato l’ultimo album con le quattro Destiny’s originali: a metà era infatti, la Roberson e la Luckett furono sfanculate dal manager del gruppo, il padre di Beyoncé, perché colpevoli di non andare d’accordo proprio con l’adorata figlia.
Ad oggi la prima lavora alla cassa del Burger King, mentre la seconda pulisce i camerini dei grandi magazzini Walmart.
Le due sostitute furono Farrah Franklin e Michelle Williams ma, se la prima durò quanto un gatto in tangenziale – giusto il tempo di aprire i concerti della lega americana del Baby One More Time Tour della Spears – la seconda è rimasta nel tempo diventando un volto storico del trio.
Nel 2001 oltre il disco natalizio, pubblicarono anche Survivor, uno dei loro album di maggior successo – anticipato dall’omonimo singolo – che, nonostante le bamboline voodoo fatte dalla Franklin, dalla Roberson e dalla Luckett riuscì a vendere oltre 600.000 copie la prima settimana.

Dal 2002 al 2005 le tre si concentrarono nelle loro carriere da soliste per poi tornare insieme solamente nel 2006 per pubblicare un ultimo album di inediti: Destiny Fulfilled da cui fu estratto il celeberrimo singolo Lose My Breath.

Volente o nolente, Beyoncé + 5 hanno scritto un pezzo di storia nei primi anni 2000 e come celebrarle se non con una ricchissima gallery – che troverete dopo il ‘read more’ – dei loro peggior look di sempre?
Adoro.

 

Beyoncebeyoncedestiny's chil lookdestiny's child 2013destiny's child super bowl

comments

Uncategorized

Articoli più letti del mese