selfie-addicted

Le persone che si fanno troppi selfie credono di essere più belle di quello che sono in realtà – lo dice uno studio

selfie-addicted

La prima cosa che fai in discoteca, in aeroporto, al mare, al lavoro o dopo il sesso è un selfie?
Allora potresti avere un problema.
Secondo uno studio, infatti, chi si fa troppi autoscatti crede di essere più attraente e sexy di quello che è in realtà.
Una recente ricerca pubblicata su Social Psychological and Personality Science ha decretato che le persone che fanno selfie quotidianamente non solo sono narcisiste, ma si sopravvalutano, credendo di avere un aspetto migliore di quello che invece è percepito dagli altri.
Un team di psicologi guidati da Daniel Re, della University of Toronto, ha condotto uno studio volto a confrontare due gruppi di persone: i selfie addicted e quelli che non amano troppo gli autoscatti.
I campioni comprendevano 198 studenti universitari, tra cui 100 che hanno dichiarato di fare selfie regolarmente e 98 che non si fotografano molto. I partecipanti allo studio sono stati invitati a scattarsi delle foto e a giudicarle con un voto. Le stesse immagini sono state fatte vedere a un gruppo di 178 sconosciuti che hanno a loro volta dato un voto ad ogni scatto.
Il risultato?
I selfie addicted si sono assegnati dei punteggi molto più alti di quelli che poi hanno ricevuto dai 178 “giudici” esterni, mentre i 98 non amanti dell’autoscatto sono andati molto vicino al punteggio della giuria.
Insomma il messaggio è chiaro: pensateci 10 volte prima di scrivere #model, #top, #sexygay, #hotgay o #modella sotto le vostre foto, perché in tutta sincerità

RICORDATI DI ISCRIVERTI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

selfie

comments

TRASH

Articoli più letti del mese