parco bambini gay lesbiche lecce

Lecce: coppia lesbo allontanata dal parco da dei poliziotti per un bacio: “Andatevene ci sono dei bambini”

parco bambini gay lesbiche lecce
Domenica scorsa a Lecce nel parco comunale in via Giovanni Paolo II, una coppia lesbica è stata invitata da due poliziotti ad allontanarsi dai giardini. A chiamare gli agenti è stata la madre di un bambino che non gradiva la presenza delle due ragazze vicino a suo figlio.
Ecco come Marta (una delle due ragazze), ha raccontato la sua esperienza a LezPop:
“In un primo momento ci spiegano che non si può “bivaccare” in un parco. Ma poi ci dicono che il nostro comportamento non è appropriato per un posto frequentato da bambini. Non riesco a capire cosa posso aver fatto di male, tanto da spingere una donna a chiamare due agenti per farci allontanare. Non riesco a capire perché nel 2015 , il giorno in cui persino un paese così conservatore come l’Irlanda approva i matrimoni omosessuali in Italia, nella mia città, non mi è consentito abbracciare la mia ragazza, o darle un bacio, ma devono farmi sentire in colpa per questo. Sporca. Una criminale”.
Che una stronza arrivi a chiamare le forze dell’ordine perché non sopporta la vista di due persone che si amano è gravissimo, ma è ancora più grave che i due agenti abbiano chiesto alle ragazze di lasciare il parco.
Questo però non mi stupisce, in un paese dove il Vaticano etichetta come “sconfitta per l’umanità” le nozze gay in Irlanda o dove i politici ci paragonano agli animali, anche il peggiore degli omofobi si sente legittimato a discriminarci.
P.S: alla madre che ha chiamato la polizia auguro solo che suo figlio sia gay, così nel caso dovesse sopravvivere allo shock, magari guarirebbe dalla sua omofobia.

parco-dei-bambini

gaylesbicheomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese