miley-cyrus-haiti-01

Miley Cyrus, oltre la droga c'è di più: "Faccio volontariato ai bambini di Haiti"

miley-cyrus-haiti-01

Miley Cyrus? Oltre la droga che ha ammesso di aver provato, la lingua chilometrica e le codine da Mel B delle Spice Girls c’è di più.
Intervistata da Rolling Stone, la Cyrus ha parlato sia di diritti civili sia del suo volontariato in quel di Haiti.

“Quando nasceranno i miei figli non ci sarà nessuno su questo pianeta che era vivo quando c’era la segregazione razziale. Per mia nonna, nata negli anni Trenta, è una specie di shock il fatto che abbiamo un presidente nero . Mia nonna non aveva un cazzo di telefono. E ‘stato come ‘Via Col Vento’. Una chiamata a lunga distanza aveva una pessima qualità. Ora mia nonna dice: “Come è possibile guardare un video sul cellulare?” Sarà la stessa cosa con i miei figli: “In che senso i gay non potevano sposarsi?”

“Presto soccorso ai bambini sordi di Haiti. Andiamo alle scuole e gli aiutiamo con gli apparecchi acustici. E una grande esperienza, perché vai lì ed è tutto così tranquillo perché nessuno parla. Ci sono persone che hanno 90 anni che non hanno mai parlato nella vita. E poi arriva il momento di salutarci è un’esperienza fortissima! Tutti urlano con gli altri, perché finalmente possono sentire. E’ bellissimo. Quando sono andata la prima volta ricordo che indossavo scarponi da montagna, ma ora vado tranquillamente in infradito, tocco le mani di tutti, mi sporco col rum. Gli haitiani sono fantastici. Non hanno idea di chi io sia. Loro sanno che sono famosa ma non sanno perché. Sanno solo che vendono zaini con la mia faccia per strada.”

Perché ogni tanto qualcosa di buono lo fa anche lei. Brava.
(Grazie Gabriele e Stefano per la segnalazione, traduzione integrale qua).

Miley Cyrusmiley cyrus drogamiley cyrus gaymiley cyrus haiti

comments

Articoli più letti del mese