0923_hate_crime03

Omofobo adesca un ragazzo gay in un sito di incontri e lo massacra di botte

gay omofobia botte usa texas
Brice Johnson (19 anni) ha rapito e torturato Arron Keahey (24) adescandolo su un sito di incontri per gay.
Il folle omofobo ha organizzato un piano diabolico iniziando a corteggiare diversi ragazzi omosessuali fino ad Arron che è stato il primo che gli ha dato corda.
Brice dopo aver chiesto il numero allo sfortunato ragazzo, l’ha salvato sul suo cellulare con il nome di “fottuto frocio”, poi ha chiesto a Arron di andare a casa sua a Fort Worth (Texas).
Dopo pochi secondi di recita, Brice ha iniziato a picchiare la sua vittima, mentre gli urlava offese omofobe, poi quando pensava di averlo ucciso l’ha legato con del filo elettrico e chiuso in un sacco per poi metterlo nel bagagliaio della sua Ford. Subito dopo aver chiuso il ragazzo gay nella sua macchina, Brice è andato a casa di alcuni amici come se non fosse successo nulla, fortunatamente Arron era ancora vivo e con le ultime forze che gli rimanevano ha gridato ed è stato liberato dagli amici del suo aggressore.
Arron  ha subito traumi cerebrali, perdita di memoria e gravi traumi in seguito all’attacco.
L’unica consolazione è che il mostro è stato appena condannato a 15 anni di detenzione in una prigione federale, quindi giustizia è fatta.
A tutti quelli che dicono che l’omofobia è un’invenzione della lobby gay, dico che dovrebbero leggere queste storie per capire che tra la persecuzione dei gay nel 2014 e quelle ai danni delle persone di colore 50 anni fa non c’è davvero differenza. 

5bce2c16fd861bb61d8bddccd114e4

gayomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese