professore-gay

Professore cristiano scrive un post omofobo su Facebook e viene licenziato dalla scuola

Felix-and-Leviticu_3584486b

Felix Ngole è un professore nativo del Camerun con asilo in Inghilterra e recentemente su Facebook ha difeso Kim Davis e altri personaggi omofobi, arrivando addirittura a citare dei versi della Bibbia dove si inneggia alla morte degli omosessuali.
Diversi studenti universitari si sono lamentati di questi post e il professore ha avuto un richiamo disciplinare, nonostante tutto però ha continuato ad accanirsi contro i matrimoni gay sui social. Per questo motivo la dirigenza dell’università ha deciso di licenziarlo, perché ha messo in dubbio la sua capacità di poter lavorare in un contesto come quello universitario.
Adesso Felix ha dato via ad una grossa battaglia legale e dice di essere lui il vero discriminato:
Io non ho niente contro i gay, è una loro scelta, se vogliono sposarsi e possono farlo è ok. Io però sono cristiano e voglio esprimere il mio punto di vista, non ho intimidito nessuno“.
Io non voglio dire se sia giusto o meno il licenziamento, però mi sono davvero stancato di ascoltare gente che usa la scusa del “sono cristiano/musulmano” per sentirsi in diritto di discriminare a piede libero senza prendersi le proprie responsabilità.
Queste persone vorrebbero essere libere di poter togliere la libertà a qualcun altro?
Ricordo al signor Felix che Kim Davis (da lui difesa più volte) voleva essere libera di non concedere licenze matrimoniali ai gay e adesso che l’università gli vuole negare il permesso di lavorare in quanto omofobo lui lo trova ingiusto?
E’ proprio vero: il karma è una puttana e trova sempre il modo di mettertelo nel culo!

gayomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese