gay facebook

Ragazza si suicida per colpa del marito gay, ecco il post d’addio su Facebook

20150420_c4_priya-vedi
Priya Vedi era una dottoressa indiana di 30 anni, sposata da 5 con un ragazzo gay non dichiarato. La donna aveva scoperto l’omosessualità del marito solo dopo il matrimonio, prima trovandogli foto porno gay nel computer, poi degli account su siti di incontri per omosessuali.
Nonostante non ci fosse stato mai un rapporto sessuale in 5 anni tra i due, il marito continuava a chiedere la dote alla moglie, arrivando a minacciarla, così Priya ha deciso di farla finita tagliandosi le vene e scrivendo pochi minuti prima un post d’addio su Facebook.
“Ciao a tutti… Sono sposata da 5 anni, non abbiamo avuto alcun rapporto fisico fino ad ora. Dopo 6 mesi di matrimonio ho cercato il motivo e ho trovato un account gmail falso nel suo computer portatile in cui chiacchierava con amici gay e si scambiava foto porno. Si giustificò dicendo che gli avevano hackerato l’account. Non ho raccontato mai niente a nessuno perché ero innamorata di lui e pensavo che le cose sarebbero migliorate, ma lui ha iniziato a trovare difetti in me e la mia famiglia. Mi torturava mentalmente e nel frattempo andava con altri uomini. Per cinque anni sono stata una moglie di comodo per lui. Non sei un essere umano, sei un diavolo…Volevo solo state con te perché ti amavo molto, ma non capivi quanto era importante…Addio”
Fingere che l’omosessualità non esista, reprimerla o fare leggi contro i gay porta anche a questo..

gayomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese