Simon Cowell contro The Voice: “Programmato per oscurare la mia Britney”

Ooh, povera stellina.
Costata al programma ed alle tasche di Simon Cowell qualcosa come 20 milioni di dollari, la Spears sarebbe ‘oscurata’ a detta del giudice ed ideatore del talent show, per colpa della contro-programmazione di The Voice che, per l’occasione, ha deciso di allungare a ben tre puntate consecutive il suo debutto, scivolando così fino 12 Settembre, giorno della prima di X Factor U.S.A. giunto quest’anno alla sua seconda edizione.
Cowell è giustamente impaurito perché The Voice si è imposto in quest’ultimo periodo come uno dei programmi più visti della TV americana, X Factor invece è stato uno dei flop più inaspettati dello scorso anno.

The Voice a detta di Cowell ha adottato una strategia cinica, poco professionale e sporca, ideata solo per oscurare le sue pupille Britney Spears e Demi Lovato, aggiungendo anche che la Spears non sarà molto felice di questo ‘colpo-basso’ che le ha tirato Christina.
Come se la prima sapesse di essere in TV e la seconda sapesse dell’esistenza di X Factor. Ennamo, su.