tidal-italia-problemi-azionari-aspiro

Tidal: Britney Spears, Mariah Carey, J.Lo e Christina Aguilera derise da Jay-Z

Tidal-970-80

Se c’è una cosa ancora più comica del dover pagare 20 dollari al mese per ascoltare della musica in streaming sono le descrizioni di alcuni cantanti sull’App di Jay-Z.
Ogni cantante ha infatti la propria pagina, con la propria descrizione e la propria musica disponibile in streaming, ma se la descrizione di Beyoncé inizia con “è conosciuta anche come Béysus and Queen Béy“, quella di altre cantanti è davvero poco meritevole.
Britney è spacciata come “era una superstar” che “ha avuto qualche copertina” e che ha fatto parlare per “essersi forse rifatta le tette a 17 anni“, come se fosse stata per questi anni completamente irrilevante e ormai morta; Mariah Carey ancora peggio: nella sua descrizione si legge della sua crisi personale del 2001 e al flop del film (e della colonna sonora) di Glitter.
Passate sotto lo schiacciasassi Jay-Z anche Jennifer Lopez, etichettata come “quella che ha fatto più parlare per la sua relazione con Ben Affleck piuttosto che per la sua musica” e Christina Aguilera che hanno etichettata come una floppettara di prima categoria fra Bionic, Lotus e Burlesqueè stata accolta da recensioni mediocri“. 
Piccole frecciatine anche a Lady Gaga “ARTPOP ha venduto meno Born This Way e The Fame” e a Selena Gomez: “Il 2012 è stato un anno confuso per lei fra rehab e licenziamento del manager“.
Ah Jay-Z

morgan vaffanculo

Britney Spearsbritney spearsChristina AguileraJennifer LopezMariah Careytidal

comments

Articoli più letti del mese