gay-aggredito

Trieste: 19enne gay picchiato a sangue da un giocatore di basket omofobo

gay-aggredito

E’ bastato un abbraccio tra due ragazzi gay per scatenare la rabbia di un giocatore di basket omofobo. La vittima si trovava al Molo 4 di Trieste insieme al suo fidanzato, i due si stavano abbracciando quando da dietro è arrivato un ragazzo che ha spintonato il 19enne insultandolo pesantemente per la sua omosessualità. L’aggressore (un cestista) non contento degli spintoni ha iniziato a prenderlo a pugni, causandogli la rottura del setto nasale.
Il fidanzato della vittima ha subito chiamato il pronto intervento e il ragazzo è stato portato all’ospedale di Cattinara, dov’è stato operato immediatamente.

Ennesima brutale aggressione omofoba nel nostro paese, ma la cosa dovrebbe stupirci?
Noi gay siamo vittime di violenza verbale quotidianamente, basta accendere il televisore su qualsiasi canale per trovare il politico di turno che ci paragona ai cani o ai pedofili. Siamo il paese dove 2 milioni 100.000 persone hanno manifestato per negarci il diritto ad amare.
Quindi questi episodi di violenza omofoba ci indignano, ci fanno schifo, ma purtroppo non ci stupiscono più.

 

gayomofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese