8 marzo festa delle donne icona gay

8 marzo, festa delle donne: 10 donne che hanno reso l’Italia un paese più civile

Oggi, 8 marzo, è la giornata internazionale delle donne e come celebrarle al meglio se non elencando le 10 donne che con le loro battaglie hanno reso l’Italia un paese più civile?
Da Raffaella Carrà e Barbara d’Urso, fino a Monica Cirinnà. In questa lista ho cercato di inserire le più celebri, ma devo ammettere che è stato difficile selezionarne solo 10.

Raffaella Carrà
Icona gay da decenni, la Carrà si batte per i nostri diritti dagli anni ’70 e recentemente da Fabio Fazio ha dichiarato: “Bisogna che le famiglie si avvicinino, perché un figlio gay è una cosa naturale”.

Barbara d’Urso
Da molti criticata perché ha ospitato nel suo salotto esponenti dell’estrema destra, la d’Urso è a tutti gli effetti la conduttrice che maggiormente si è battuta per i nostri diritti. Lo fa da più di 10 anni nel primo pomeriggio di Canale Cinque. Criticatela quanto volete, ma questo è un dato di fatto.

Maria De Filippi
La prima conduttrice a sdoganare l’amore omosessuale nel primo pomeriggio di una rete nazionale.

Monica Cirinnà
Grazie al suo ruolo politico la Cirinnà è passata dalle parole ai fatti e se oggi ci possiamo unire civilmente lo dobbiamo solo ed esclusivamente a lei che si è battuta con le unghie e con i denti per far passare la sua legge.

Laura Pausini
Fra le cantanti la Pausini è sicuramente quella più attiva in merito ai diritti LGBT. I suoi discorsi pro-gay non si contano con le dita di due mani.

Orietta Berti
Credo che non accettare l’omosessualità sia questione di ignoranza. Sei gay? Dov’è il problema? Dobbiamo essere liberi di vivere i nostri sentimenti“.

Simona Ventura
Madrina del Gay Village, la Ventura ha dichiarato su Chi: “La diversità non è un limite ma una ricchezza, io divido le persone in buone e infami, il resto non mi interessa. L’amore non conosce né confini e né sesso e le coppie gay devono poter adottare“.

Luciana Littizzetto
Con la sua ironia ed il suo sarcasmo, Lucianina si batte per i nostri diritti da anni.

Emma
Fra le nuove leve della musica pop, Emma è fra le cantanti più rainbow: ha partecipato attivamente a diversi gay pride e si è sempre schierata apertamente all’amore omosessuale.

Franca Leosini
Io icona gay? Lo rivendico con orgoglio. Sono stata al Gay Village ed al Muccassassina. Io le uniche diversità che conosco sono quelle fra gli imbecilli e gli intelligenti. Tra gli onesti e i disonesti. La diversità sessuale, invece, non l’ho mai capita e il resto, almeno per me, è polvere“.

LGBT

Articoli più letti del mese