Andrea Montovoli parla del suo passato difficile: “Ho bisogno di liberarmi di questa cosa”

17 Febbraio, 2020 di Fabiano Minacci

Andrea Montovoli quando aveva 18 anni ha vissuto un difficile periodo durato circa sei mesi. Periodo – che secondo quanto dichiarato l’attore – l’avrebbe poi spinto verso la recitazione.

Un periodo brutto che sua madre ha sempre tenuto nascosto, ma che ora Andrea vuole tirare fuori.

“Ho bisogno di liberarmi di questa cosa, mi sta attanagliando. E’ successo 17 anni fa, avevo 18 anni. E’ successo a San Valentino. […] Farsi insabbiare e rendersi mostruosi quando non si quel tipo no.. Insomma, come si dice? Vai con lo zoppo e impari a zoppicare. Non ti posso dire cosa è successo, ma è la cosa più brutta che mi sia potuta succedere. Parliamo di sei mesi passati in quel modo. E gli anni a seguire, non è che… Quando tocchi certe corde capisci che la libertà non è solo più una parola, ma è un peso notevole e fondamentale nella propria mente. Mio padre non c’era più da un paio d’anni ed io facevo tante cazza*e. Ad oggi non me ne vergogno perché è una bella storia di resilienza, come Fernanda che è un altro esempio. […] fino ad oggi questa storia la sapevano solo mia madre, mia sorella e pochi amici. Mia madre per tanti anni mi ha detto di non dire niente… Ma ora che ho riaperto il pentolone penso ‘che male c’è?’ è grazie a quello se ho iniziato a recitare”.

Paolo Ciavarro, senza essere indiscreto, ha confessato ad Andrea di aver capito la sua situazione in quanto un problema simile l’avrebbe avuto anche sua mamma Eleonora Giorgi.

“Sai che questa cosa la puoi gestire, mi son fatto un’idea. […] io ce l’ho in famiglia: mia mamma. Mia mamma ha scritto un libro dopo trent’anni per raccontare”.

Nel libro Eleonora Giorgi parla del difficile rapporto che ha avuto con la droga.

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!