barbara durso gay madre omofobia pomeriggio 5

Barbara d’Urso asfalta una madre omofoba che non accetta il figlio gay (VIDEO)

Venerdì scorso una madre ha accusato Tommaso Zorzi di aver reso suo figlio gay.

“Buongiorno. Sono la mamma di (un suo accanito “seguace”) che da quando ha iniziato a seguirla è completamente cambiato. Per COLPA sua mio figlio è diventato omosessuale in quanto lei sponsorizza apertamente questo stile di vita DEVIATO e CONTRO NATURA. Non ha una coscienza? Non si rende conto del danno che fa ai ragazzini che la seguono? Si faccia un esame di coscienza e si vergogni. Rovinare le famiglie in questo modo”.

Barbara d’Urso ieri a Pomeriggio 5 ha commentato le assurdità vomitate della donna.

“Domenica c’è stato uno scontro tra me e Salvini su questo tema. Sapete che io da 11 anni mi batto per i diritti dei gay e questo post è vergognoso. Potrei dire delle cose pesanti. […] Io ne parlo di 11 anni, anche se ci sono degli sciocchi che dicono che non dovrei parlare di questo in tv. Domenica ho detto quello che io penso. Questo ragazzo è felicemente omosessuale. Questa è normalità, che viene considerata diversità da alcuni. Le madri perché non cercano di comprendere i propri figli? Perché tu madre stai rendendo infelice tuo figlio. Non è Tommaso Zorzi a renderlo gay, sei tu a renderlo infelice, questo è un peccato. Dico cose normali, non sono cose speciali.”

Tony Colombo ha preso la parola per dire la sua sul caso della madre omofoba.

“Io dico che chi è gay c’ha due cuori. I figli vanno seguiti. Soprattutto quando un figlio è speciale”.

La Santa di Cologno ha giustamente fatto notare al cantante neomelodico, che i gay hanno lo stesso cuore degli etero e che non sono ‘speciali’.

“Io voglio solo spiegare che i gay non hanno un cuore speciale e non hanno due cuori. Gli omosessuali hanno lo stesso cuore degli eterosessuali. Siamo tutti uguali, punto. Già dire che un gay ha un cuore speciale… no,  hanno lo stesso cuore. Poi uno può essere un delinquente, un bastardo, un cretin*, sia che sia etero, sia che sia omosessuale”.

Sono felice che anche i detrattori della d’Urso le riconoscano l’impegno costante che mette nella lotta all’omofobia. Fiero anche del fatto che i miei lettori abbiano eletto Barbarella come paladina LGBT del 2018, con ben il 47% dei voti.

Barbara d’Urso contro la madre che non accetta il figlio gay, il video.

barbara d'ursogayomofobia

LGBT

Articoli più letti del mese