Bright Eye Challenge spopola su Tik Tok: ecco in cosa consiste e perché è molto pericolosa

11 Novembre, 2019 di Redazione

bright eye challenge

Non è la prima né l’ultima volta che sentiremo parlare di una challenge sui social. Di cosa si tratta? Sono sfide che partono da un utente e che poi, a macchia d’olio, vengono replicate sui social e ricondivise da tutti gli altri. L’ultima arriva da Tik Tok ed è senza dubbio pericolosa e insensata. Di challenge assurde se ne sente spesso parlare – come quella di Samara – e Bright Eye Challenge rientra sicuramente tra queste. Di che cosa si tratta e da dove arriva?

Bright Eye Challenge: metti un sacchetto con la candeggina sull’occhio

Sembra già assurdo così, non credete? Non abbastanza assurdo da capire che non è intelligente farlo, a quanto pare. Sono molti gli adolescenti che, su Tik Tok, hanno partecipato a questa sfida postando poi il contenuto. In che cosa consiste all’atto pratico? Si tratta di procurarsi un sacchetto di plastica e riempirlo di candeggina, disinfettante per mani e schiuma da barba. Una volta riempito il sacchetto deve essere appoggiato su un occhio a scelta. Dopo pochi minuti, levato l’impacco, l’iride dell’occhio in questione dovrebbe essere diventato di un altro colore. I rischi di questa sciocca sfida sono sotto gli occhi di tutti, letteralmente. Ma da dove nasce questa sfida?

Bright Eye Challenge: il video originale è falso

Gli adolescenti che stanno partecipando sono tanti e la cosa più assurda è che è stato rintracciato il video da cui tutto è partito e si tratta di un falso. Colui che ha inventato la challenge è Greg Lammers, uno studente universitario americano. Il ragazzo ha spiegato che si è iscritto a Tik Tok e ha cominciato a usarlo con il solo scopo di pubblicare clip che dimostrino quanto sia abile nel montare i video. Cosa vuol dire? Che il video che lo vede protagonista, quello da cui la Bright Eye Challenge è partita, altro non è che un abile montaggio. Il fatto che il suo occhio diventi pi chiaro è frutto solo di questa manipolazione e non del sacchetto dal contenuto pericoloso appoggiato sul viso.

Il post in questione ha ricevuto 300mila like, 3mila commenti e ben 25mila condivisioni: ed ecco fatta la frittata. Una volta reso virale il contenuto sono spuntate fuori moltissime persone che hanno cominciato a imitare quanto fatto da Greg Lammers. Lo stesso autore, capita la portata di quanto aveva pubblicato, ha messo in chiaro le cose.

Quando ho visto che in tanti stavano creando video simili al mio mi sono allarmato. Non fatelo, alcuni prodotti che ho usato possono causare danni gravi a pelle e occhi

Lo studente ha poi pubblicato dei video in cui spiega il trucco e ribadisce che questa sfida è assurda; ha anche parlato di come faccia correre dei reali rischi a chi la tenta senza che ci sia nessun risultato. L’ultimo appello di Lammers, che continua a ribadire la sua posizione, contiene delle parole molto sagge: “verificate sempre se le sfide caricate sono reali e sicure” prima di intraprenderle. L’idea che sta dietro le challenge in rete è quella di creare contenuti virali, divertenti e che stimolino alla partecipazione ma il tutto perde assolutamente di senso se si deve rischiare la salute per farlo.

Il commento di un portavoce di Tik Tok

“Promuovere un ambiente sicuro e positivo all’interno della piattaforma è la nostra priorità assoluta e ci impegniamo con massima serietà a garantire un luogo sicuro per la nostra community. Questa challenge viola le nostre linee guida, che delineano le linee di condotta e spiegano come ci aspettiamo che la nostra piattaforma venga utilizzata in modo positivo e sicuro. Sebbene l’intenzione dell’utente che ha creato la challenge fosse quella di fare uno scherzo, per proteggere la nostra community abbiamo rimosso i video che hanno violato le nostre policy.”

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!