aggressioni sardegna

Cagliari: “Ragazzo picchia a sangue un coetaneo” – il video pubblicato su Facebook

Stamani una signora di Frattaminore (Imma Cimmino) ha pubblicato il video (probabilmente girato in estate visto l’abbigliamento) di una presunta aggressione omofoba, che ha presto raggiunto le 15.000 condivisioni.
La donna ha scritto:

“Maledetti, maledetto picchiarlo solo perché gay ti devi vergognare tu, non lui. Io mi vergognerei di avere un figlio delinquente assassino è drogato e maleducato trattare male perché è gay vergogna. Se fossi mio figlio ti farei passare io la voglia ti metterei in piazza è ti farei trattare come tu tratti questo povero ragazzo solo perché è gay. Vergognati tu che di sicuro delinquenti come te farai una brutta fine queste persone non fanno male a nessuno”.

Nella clip si vede un ragazzino che picchia un coetaneo fino a fargli sanguinare il volto. Ma la cosa ancora più disgustosa è che qualcuno filmava senza fare nulla e che le ragazze intorno si sono limitate a guardare l’aggressione senza nemmeno gridare aiuto. Posso capire la paura di essere colpiti, ma nelle immagini si vede chiaramente che erano presenti diverse persone (almeno 7) e che insieme avrebbero potuto facilmente calmare l’amico violento.
Mi auguro che la vittima abbia denunciato e – che si tratti di un’aggressione omofoba o meno – spero che il violento di questo video venga individuato, perché nessun motivo al mondo può spingere qualcuno picchiare a sangue un’altra persona.

ragazzo aggressione sardegna
Aggiornamenti:
Un lettore mi ha informato che il video è stato girato in un parco di Cagliari.
Poco fa è stata contattata un’associazione LGBT di Cagliari per fare luce sul caso (capire se realmente è omofobia) ed eventualmente aiutare la vittima.

Aggiornamento 16/10:  Secondo L’Unione Sarda non si tratterebbe di un’aggressione omofoba.

“Dunque il video messo in Rete da una signora campana – che lo ha poi rimosso – ha fatto il giro dei social network.  – si legge su L’Unione Sarda – Si è parlato subito di aggressione omofoba. Chiaro l’accento cagliaritano e riconoscibile anche il luogo, il giardino di Bonaria.

Nessun pestaggio omofobo: sui social sta circolando un video con una violenta aggressione tra giovanissimi avvenuta – diverso tempo fa – nel parco di Bonaria a Cagliari. Dodici secondi in cui un ragazzino sembra pronunciare la parola gay. Si tratta invece, come emerso dai primi accertamenti della Polizia postale, di un pugno dato per una ragazzina contesa.”

 

omofobia

LGBT