claudia galanti figlia morta indila parigi cause

Claudia Galanti svela la vera causa della morte della figlia

Claudia Galanti ospite della trasmissione di Real Time, Rivelo, ha parlato della figlia Indila, deceduta nel dicembre del 2014.
L’ex naufraga ha svelato la causa della morte della piccola ed ha raccontato il momento drammatico nel quale ha saputo la terribile notizia.

“Ho ricevuto una telefonata dalla sorella di Arnaud che mi dice ‘Indila she’s gone, she’s dead’. Io ero all’aeroporto: mi aveva detto che era morta e che dovevo tornare subito a Parigi. Come si può telefonare una madre e dire ‘Tua figlia è morta’? Ma come ha potuto fare una cosa del genere? Avrei preferito altri modi. Ho rischiato di perdere anche il funerale della mia bambina. Le possibilità che non mi imbarcassero erano altissime, avevo distrutto tutta la lounge di Emirates. Ho spaccato tutto e la security mi aveva persino legata. Grazie al pilota, ho potuto prendere il volto. Come ho affrontato il volo? Incosciente. Ero completamente legata perché pensavano che avrei fatto cadere l’aereo. Non avevano tutti i torti.

L’immagine che non dimentico era quella che non riuscivo a toccarla. – ha dichiarato Claudia Galanti – Non volevo darle un bacio. Era fredda. Arnaud ha cercato di scaldare il viso della piccola strusciando con le mani fortissimo e ripeteva ‘adesso puoi baciarla’. Così l’ho baciata.

Se mi capita di pensarla? Sempre. Cerco di non dimenticarla, ho casa piena di sue foto e per strada guardo gli altri bambini e penso a lei. Chiedo ai genitori al parco l’età dei figli e mi immagino come sarebbe lei.

Continuo a darmi molte colpe e spesso piango. Mi colpevolizzo anche perché non ero con lei quando è morta. Lei si è spenta quando toccava al padre e lui è partito in viaggio con la compagna. Indila era con la tata.

Come mai è morta? Lei è morta per un’infezione batterica del sangue. Mi hanno anche chiesto di fare l’autopsia e ho detto di no. Mi dicevo ‘una bambina così bella non deve essere toccata’. Vedo molti telefilm dove ci sono le autopsie e non ho voluto sottoporla a quella cosa.”

 

comments

GOSSIP

Articoli più letti del mese