Como, ragazzo picchiato alla fermata dell’autobus: “Sei un fro*io di mer*a”

Luglio 22, 2019 di Fabiano Minacci

E dopo il medico chirurgo che vuole che i gay vengano uccisi tutti, arriva un altro caso di omofobia made in Italy, per la precisione a Como. Max Della Torre ha raccontato di essere stato picchiato mentre aspettava il bus. Un uomo gli si è avvicinato e dopo avergli dato del ‘fr**io di mer*a”, gli ha sferrato un pugno in faccia.

“Stamattina stavo uscendo di casa, verso le 10 uscendo dal cancello mi sono incamminato verso la fermata del bus un signore mi ha fermato, chiedendomi se mi chiamassi Max della torre, io gli ho risposto di sì, la sua risposta è stato un pugno in faccia, dicendo “prima di sferrare suddetto pugno ” che ero solo un fro**o di mer*a, ora con la faccia gonfia e un po di coraggio in più volevo solo rispondere a questa cosa.

Sono fiero d’essere un fro**o di mer*a, e che molto probabilmente se tu sai il mio nome stai anche leggendo questo post, ti auguro tutto il meglio sinceramente, la tu ignoranza oggi mi ha fatto del male, però essa non fa parte di me, quindi spero che tu capisca il gesto che hai compiuto nei miei confronti e che si sono gay!!
felice d’esserlo ma sopratutto fiero della mia vita è delle persone che mi sono state vicine in questo “dolore “che mi hai inflitto , tu che mi hai voluto marchiare con un livido, dimostrando quanto questo paese abbia bisogno d’aiuto.

Invece adesso questo è un messaggio diretto a voi che leggete, io sono figlio, fratello, cugino, e chi lo sa anche padre un giorno. – ha continuato il ragazzo di Como – Io sono Massimiliano non la mia identità sessuale, sono spensierato,felice, nostalgico,pigro,sorridente, pensieroso, e si sono anche gay ma è solo un dettaglio della mia vita, invece voi che cosa siete oltre al odio che diffondete? L’omofobia non è un diritto!!”

Chissà che certi politici al governo riescano a dedicare due righe all’omofobia dilagante, tra un post di Bibbiano e l’altro.

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!

TAGS