Facebook cancella dei post della pagina di Salvini: “Incitano all’odio”

Luglio 29, 2019 di Fabiano Minacci

Che alcuni dei post pubblicati da Matteo Salvini non debbano stare su Facebook lo dicono in molti e forse non hanno tutti i torti.
Stephen Ogongo, giornalista 44enne e fondatore del movimento antirazzista e multiculturale “Cara Italia”, si è rivolto al CEO della compagnia
per segnalare diversi contenuti e pagine che secondo lui violano le norme di Facebook.

“Chiedo di chiudere le pagine di Salvini e della Lega e applicare le proprie politiche contro il razzismo e l’incitamento all’odio. Queste pagine – dichiara Ogongo – sono diventate luoghi di ritrovo virtuale per le persone che portano avanti apertamente discorsi sessisti, razzisti e di odio nei confronti degli immigrati, dei rifugiati, dei Rom, delle Ong e dei volontari che salvano le persone in mare”.

Oggi a quanto pare Facebook ha rimosso alcuni post della pagina di Matteo Salvini.

“Lo dicevamo da molto tempo – ha affermato Ogongo all’agenzia Dire -: le pagine della Lega e di Matteo Salvini sono mezzi di propagazione dell’odio, e finalmente Facebook ha ammesso di aver trovato sulla pagina della Lega alcuni contenuti che violano i loro standard della community”.

Quanto mi dispiace.

Fonte: Giornalettismo

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!