Faenza, ragazzo gay insultato per strada: “Un omofobo mi ha offeso e mi ha sputato addosso, la Polizia non ha saputo aiutarmi”

omofobia faenza

Per la serie, storie di ordinaria omofobia: qualche giorno fa William stava passeggiando con il fidanzato, quando un ex compagno di scuola li ha avvicinati in bicicletta, prima ha insultato il ragazzo e poi gli ha sputato addosso.
William dice di aver chiamato le forze dell’ordine, che però non hanno saputo aiutarlo, dicendogli che non si occupano di insulti e sputi.
Dopo i B&B che non accettano gay, gli stabilimenti balneari che cacciano le coppie omosessuali, l’estate 2017 si chiude con questa ciliegina sulla torta.
Quanto ancora dovremo subire prima che si decidano a prendere seriamente in considerazione l’idea di una legge sull’omofobia?!
Che nel 2017 debba sembrare normale o comunque non grave che un ragazzino si prenda insulti e sputi solo perché è se stesso è agghiacciante.

william omofobia faenza

omofobia

LGBT

Articoli più letti del mese