omofobia gay ferramenta omosessuali cartelli

Un negozio di ferramenta espone un cartello omofobo: “Qui i gay non possono entrare”

Per la serie, “la mamma dei cretini è sempre incinta”, ecco la storia di Jeff Amyx.
L’uomo è il proprietario di un negozio di ferramenta in Tenessee in questi giorni è tornato ad affiggere un cartello omofobo sulla porta del suo negozio “i gay qui non sono ammessi”.
Jeff aveva già esposto questo cartello nel 2015 quando in USA furono legalizzati i matrimoni gay, poi decise di rimuoverlo dopo le polemiche scatenate dal suo gesto.
Adesso questo idiota è tornato sui suoi passi, per due motivi precisi:

“In questi giorni la Corte Suprema ha dato ragione ad un pasticcere che si è rifiutato di fare una torta per due maschi che volevano sposarsi. Abbiamo vinto, questa è una vittoria per la cristianità. Ho deciso di festeggiare riproponendo il cartello, anche perché nonostante la vittoria siamo sotto attacco e io devo fare la mia parte”.

La cosa che mi sconvolge è che questi mostri portatori sani di odio, sono convinti di essere dalla parte del giusto e di agire in nome di un signore barbuto che vive su una nuvoletta e ingravida vergini solo con lo spirito.
Poi quelli strani e contro natura saremmo noi.

omofobia

comments

LGBT

Articoli più letti del mese