Follettina Creation

Follettina Creation: “Mio marito ha rischiato di andare in galera perché lo hanno accusato di pedofilia” (VIDEO)

Follettina Creation è un personaggio di YouTube surreale e spontaneo (io stesso ve ne ho più volte parlato in questi mesi) e recentemente è approdata anche in televisione da Barbara d’Urso.

In pochi però sanno che Maria Grazia (questo il vero nome di Follettina) ha vissuto un periodo davvero difficile quando una sua ex amica, per rovinare la sua vita, ha messo in giro una brutta voce infondata su suo marito, il celebre ‘maritozzo con la panna’.

Come spiegato da Gianmarco Zagato che ha realizzato il reportage su Follettina Creation, su YouTube esisterebbe una setta di YouTubers che non reagirebbero bene quando un membro decide di lasciare.

“Esisterebbe su YouTube una setta e Follettina era dentro questa setta. Questo gruppo di persone di piccoli YouTubers passano il loro tempo facendo delle live per distruggere la vita delle persone nella vita reale e Follettina, decidendo di uscire, ne ha pagato le conseguenze”.

Un’ex amica di Follettina che faceva parte di questa setta, infatti, oltre ad aver divulgato il suo numero di telefono, avrebbe addirittura messo in giro la voce che suo marito la tradiva con una minorenne. Notizia falsa e diffamatoria, come confermato da Andrea (Il Contabileh), amico di Follettina: “La persona che l’ha detto non lo pensa perché suo marito l’ha conosciuto“.

Ecco cosa ha dichiarato:

“Era una mia amica mi ha allontanato perché voleva che rompessi l’amicizia con lui (Andrea, ndr), perché loro due hanno litigato e lei mi voleva dalla sua parte, diceva che mio martio mi picchiava, che mi tradiva con una minorenne. Questo perché durante una video ricetta mio marito è tornato a casa con una ragazzina e lei ha iniziato a dire che si sentivano sculacciamenti.. Questa ragazzina si è affezionata a mio marito, lo chiama papi, quindi ogni tanto viene a casa nostra a prendere un caffè, loro quel giorno parlavano a bassa voce perché io stavo registrando il video e la mia casa è piccolissima, non potevano andare in un’altra stanza”.

Ecco il video incriminato e quello integrale:

TRASH

Articoli più letti del mese