Giunta leghista blocca un progetto contro l’omofobia: “Siamo per la famiglia tradizionale, no a politiche LGBT”

Novembre 28, 2019 di Fabiano Minacci

Le associazioni ‘Un Secco No’ e ‘Delfi’ avevano proposto al comune di Forlì un progetto (finanziato dalla regione) contro l’omofobia e il contrasto alle prevaricazioni legate al genere e all’orientamento sessuale. Dalla giunta leghista però è arrivato un bel ‘no, grazie’.

L’assessore alle pari opportunità Andrea Cintorino che, interpellata dal Carlino

“Questa amministrazione aderisce, in coerenza con il programma elettorale, a un modello di famiglia tradizionale. Noi abbiamo aderito a tutte le iniziative contro la violenza sulle donne. Ma in questo caso si parlava anche dei gay. Noi rispettiamo le posizioni altrui, ma non adottiamo politiche Lgbt”

Maria Teresa Vaccari, alla guida del PD a livello comunale si è scagliata contro questa decisione della giunta leghista.

“Questa è una decisione senza precedenti. Si tratta di una visione anacronistica e stereotipata della società, della famiglia e della donna. L’omofobia va combattuta. Il progetto essendo stato già approvato dall’Amministrazione precedente con delibera immediatamente eseguibile, avrebbe dovuto solo essere reso operativo”.

A me dispiace per i cittadini LGBT di Forlì che lo scorso giugno hanno votato Lega. Purtroppo questi sono gli ideali di questo partito, ricordatevelo.
Intanto Mario Adinolfi sta festeggiando su Twitter per la decisione della giunta di Forlì.
Siete sicuri che questo sia il cambiamento che volete?

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!

TAGS