uomini e donne tribunale

Influencer ed ex volto di Uomini e Donne condannato ad un anno di carcere per stalking e diffamazione

Stalking, diffamazione e sostituzione di persona: sono questi i fatti contestati ad Ivano Marino dal Tribunale di Roma che lo ha condannato ad un anno e due mesi di carcere.

Secondo l’accusa l’ex corteggiatore di Uomini e Donne nonché volto di Jump – Stasera Mi Tuffo, avrebbe perseguitato il nuotatore olimpico Alex Di Giorgio minacciandolo di rivelare a tutti la sua omosessualità.

Le intimidazioni, come riportato da Il Messaggero, sarebbero state fatte a cavallo fra il 2013 ed il 2014 fra telefonate e pedinamenti. Durante un’udienza blindata a raccontare le pressioni subite dal nuotatore era stato chiamato dalla procura anche il cantante Marco Carta, che aveva confermato tutto: «E’ vero, voleva far circolare quella voce».

«Mi sono deciso a denunciare perché non ce la facevo più – ha commentato Alex Di GiorgioInviava messaggi a me, ma anche a conoscenti. Ha creato anche dei profili fake a mio nome e con mie foto».

Secondo quanto riportato, Ivano Marino (che ha sempre respinto qualsiasi accusa) nel 2013 avrebbe creato dei falsi profili su Facebook, Instagram e Twitter con i dati e le foto del nuotatore per tormentarlo.

A conclusione della requisitoria il pm di aula, Filomena Angiuni, ha chiesto al giudice monocratico del tribunale penale di Roma, Marisa Mosetti, di condannare l’imputato a due anni di reclusione. La pena è stata stabilita ad un anno e due mesi.

NEWS

Articoli più letti del mese