jussie smollett empire omosessuale omofobia attacco

Jussie Smollett in ospedale – l’attore di Empire picchiato da due fan omofobi di Trump: “Tu morirai fr**io”

Jussie Smollett è stato vittima di un brutto attacco omofobo/razzista.
Stamani alle 2 di notte l’attore di Empire stava uscendo da un Subway dopo aver comprato un panino, quando due uomini l’hanno fermato e prima di picchiarlo gli hanno detto: “Tu sei quel fr**io neg*o di Empire. Questa è la nazione di Make America Great Again“.
Jussie Smollett è finito in ospedale con varie contusioni e una costola rotta.

La FOX ha anche fatto sapere che circa 8 giorni fa hanno ricevuto una lettera anonima indirizzata proprio a Jussie: “Tu morirai fr**io nero“.

Il dipartimento di polizia di Chicago ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto la segnalazione riguardante un’aggressione e una violenza possibilmente legata a questioni razziali che ha visto coinvolto un membro del cast dello show televisivo Empire. Considerando la serietà delle accuse, stiamo affrontando l’indagine davvero seriamente.

I detective stanno attualmente lavorando per ottenere dei video, identificare dei potenziali testimoni e delineare la tempistica. La vittima sta collaborando totalmente con gli agenti e chiediamo a chiunque abbia delle informazioni su quanto accaduto di contattare i detective o condividere in modo anonimo la propria testimonianza online”.

Questa è l’america di Trump, del Make America Great Again.

Jussie Smollett ha fatto coming out nel 2015 da Ellen DeGeneres.

“Io ambiguo sulla mia sessualità? Per me è importante sottolineare come non stia nascondendo nulla, non è un segreto. Non ho segreti, ho una casa. Ed è mia responsabilità proteggere quella casa. Ecco perché ho scelto di non parlare della mia vita personale. La mia mamma lo sa. A lei va benissimo, mi ha portato tutti gli anni a vedere Tutti insieme Appassionatamente. Sai, onestamente, siamo esseri umani e in quanto tali amiamo. Sono onorato di aver avuto questa opportunità e sono onorato di essere qui con voi. Insomma, ora nessuno avrà più bisogno di chiederlo”.

 

Fonte: TMZ, Movie Player

omofobia

LGBT

Articoli più letti del mese