Da La Casa di Carta a Toy Boy: il successo di Netflix di resuscitare serie flop spagnole

24 Aprile, 2020 di Fabiano Minacci

Netflix ha un grande talento, oltre a produrre serie e film a cadenza mensile, che è quello di adocchiare serie televisive che non hanno ottenuto grande successo in patria e renderle di estremo successo.

Chi ha un abbonamento al colosso dello streaming, infatti, si sarà accorto che molte serie sono spagnole come La Casa di Carta, Vis A Vis o il più recente Le Ragazze del Centralino. In pochi però sanno che sono solo tre le serie spagnole prodotte da Netflix dalla prima stagione: Alto Mar, Elite ed il già citato Las Chicas del Cable (ovvero Le Ragazze del Centralino).

Tutte le altre, invece, hanno avuto solo la fortuna di essere state comprate al momento giusto dall’azienda giusta (in questo Netflix).

La Casa di Carta e Vis A Vis infatti, sono state realizzate per il canale televisivo spagnolo Antena 3 che ha trasmesso rispettivamente una e due stagioni. Solo dopo l’acquisto da parte di Netflix – considerando il successo on demand – hanno deciso di registrare nuove stagioni. E se la prima serie è tutt’ora in produzione, la seconda è ufficialmente terminata dando però vita allo spin off Vis A Vis – El Oasis dove rivedremo sia Macarena che Zulema.

Stessa sorte è toccata a Toy Boy, chiuso dopo solo una stagione da Antena 3 per flop, su Netflix ha spopolato restando nella top10 delle serie più viste per settimane. Una seconda stagione (prodotta da Netflix) seppur non annunciata è praticamente certa.

Insomma, al pubblico le serie spagnole piacciono e Netflix sembrerebbe saperlo bene: oltre La Casa di Carta, Vis A Vis e Toy Boy ha acquistato anche le serie già trasmesse (con scarso successo) dalla tv spagnola come Vivere Senza Permesso, El Vicino, Paquita Salas e La Cattedrale del Mare. Riusciranno anche queste a resuscitare grazie a Netflix?

A sto punto non mi stupirebbe – dopo la chiusura de Il Segreto per bassi ascolti – di veder sbarcare Donna Francisca sul colosso di streaming.

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!