lara zorzetto follower instagram tronista

Lara: le hanno offerto il trono – la ragazza svela anche il mistero sul suo crollo di follower (ma qualcosa non torna)

Ieri pomeriggio Lara Zorzetto è stata ospite a Radio Radio nel programma Non Succederà Più ed ha rilasciato un’intervista a Giada Di Miceli. Stando alle dichiarazioni dell’ex concorrente di Temptation Island la redazione di Uomini e Donne le avrebbe offerto il trono, che però lei ha rifiutato.

“Io sul trono? Io non so se posso dire certe cose, forse preferisco evitare. Ok, ti rispondo. Non ho fatto Temptation per diventare qualcuno o cavalcare l’onda. Dovevo fare il trono, ma non l’ho fatto. Io sono troppo vera e istintiva, uscita da Temptation ho avuto 2 o 3 problemi personali, non era un bel periodo per me. Sono stata molto male perché è venuta a mancare una persona a me molto cara. Quando sono uscita mi sono detta ‘se io vado a fare un programma, vado sul trono non sarò pronta’. Ora voglio ricominciare ad essere felice. Io poi non potrei mai passare da una relazione all’altra. Se io avessi accettato subito avrebbe voluto dire che non provavo nulla per Michael.
Se accetterei adesso? Non lo so, sono onesta, forse direi di no.”

Lara ha anche dato una spiegazione all’improvviso calo di follower sul suo profilo Instagram.

“Un calo di follower? Sì, ci sono stati dei cambiamenti per…cioè mi hanno spiegato. Mi è stato detto, perché io da questo punto di vista sono molto ignorante, sono sincera. Tramite degli algoritmi sono stati cancellati dei profili inattivi e di altre persone che avevano 13, 16 anni. Ce n’erano tantissimi di 12 e 13 anni, ma tantissimi. Ho notato, è inutile negarlo, sì, sì, ho visto. Però di base l’hanno notato più gli altri di me. Queste spiegazioni mi sono state date da persone più esperte di me, gente di un certo calibro”.

Profili inattivi? Account di dodicenni?

La realtà sembrerebbe un’altra, visto che il crollo è avvenuto dopo una polemica con le altre concorrenti di Temptation Island (qui).

temptation island vip

comments

GOSSIP

Articoli più letti del mese