Marchesa d'Aragona

Marchesa d’Aragona, la verità sul suo titolo: “Mi hanno chiesto 60 mila euro”

E’ finalmente arrivata – dopo circa due mesi di speculazioni – la verità sul titolo nobiliare della Marchesa d’Aragona. Il suo status nobiliare sarebbe stato acquisito per identificazioni personale e certificato dallo Stato tramite pagamento.

“Lei è la Marchesa d’Aragona per identificazione personale – ha sentenziato in diretta un esperto di araldica – Perché tutto il mondo la considera marchesa d’Aragona. Ma è anche certificata, perché ha depositato il marchio alla camera di commercio. In Italia, l’unica Marchesa d’Aragona è lei”.

Il marchio sarebbe stato registrato da un notaio da Daniela Del Secco dopo la sua partecipazione a Pechino Express, ma ha comunque spiegato di avere origini nobili.

“Ricordo che avevamo uno stemma araldico, era uno stemma di barone. Purtroppo i documenti della nobiltà sono andati persi durante la guerra. Tutti mi hanno sempre chiamato baronessa del Secco, da quando sono nata. A un certo punto, 40 anni fa, mi viene l’idea di conoscere le mie radici. Faccio delle ricerche e salta fuori lo stemma araldico, che prova che sono nobile. Appartengo a una delle 24 famiglie aggregate alla real famiglia di Napoli e ho avuto la possibilità di assumere il titolo di Marchesa. Se però volevo essere riconosciuta dallo Stato avrei dovuto pagare 60 mila euro, l’unico modo per far sì che lo stato mi riconoscesse come Marchesa d’Aragona io sono stata costretta a registrare il brand, ho solo reso ufficiale e legale il mio nome”.

Infine la parola dello studioso:

“In Italia c’è una Repubblica che non riconosce da 70 anni la nobiltà e la nobiltà può essere riconosciuta solo dallo Stato. Nella Repubblica Italiana l’unica che è Marchesa d’Aragona è lei”.

Marchesa d'Aragona Domenica Live

barbara d'urso

comments

GOSSIP

Articoli più letti del mese