Mariana Aresta de Il Collegio piange su Instagram perché cacciata di casa: “Mi sento persa e inutile”

21 Gennaio, 2020 di Fabiano Minacci

A distanza di un mese da quando Mariana Aresta è stata cacciata di casa dal padre perché lesbica, la ragazza si è sfogata in lacrime su Instagram.

“Nessuno ti prende mai sul serio, i problemi per tutti sono risolvibili. Non mi sento più me stessa, mi sento persa, abbandonata alle mie competenze. Passo il 70% del mio tempo fuori casa pur di non stare in questo posto dove sono ora e ogni caz*o di volta che ci torno mi sento devastata, inutile e fuori luogo. Non importa quanto darai al mondo, non sarà mai abbastanza. Dopo tutto il bene, tutte le sopportazioni, io sono qui in questo posto non identificabile e quel coglio*e di mio padre è a casa. Il mondo non è ingiusto, di più”.

Era il 14 dicembre quando il padre di Mariana l’ha cacciata di casa. Lei quel giorno si è sfogata così:

“Possono dei genitori abbandonare un figlio? Mi hanno detto di nuovo che me ne devo andare di casa perché non sono normale. Non so più cosa fare, aiuto. Ogni volta che insultate i vostri genitori ricordatevi che io farei di tutto per avere una famiglia. Posso avere fama, autostima, tutto quello che volete, ma non ho mai avuto una famiglia”.

Solo dopo la ragazza ha confessato che sua madre ha lasciato il tetto coniugale per seguirla.
Ora le due vivrebbero insieme lontane dall’uomo.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

heartless 🍒#TeamNana {ph: @nick.lucarelli }

Un post condiviso da Mariana Aresta 🦊 (@nanatears) in data:

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!