Netflix

Netflix: brutte notizie per gli abbonati

Se sei un abbonato di Netflix o vuoi abbonarti allora questo articolo fa al caso tuo, se invece guardi illegalmente i prodotti originali Netflix su siti pirata cospargiti il capo di cenere, pentiti e sottoscrivi un abbonamento.

Netflix in queste settimane ha mandato un email a tutti gli iscritti annunciando che da questo mese (precisamente dal 20 giugno) il piano tariffario d’abbonamento subirà un aumento. L’abbonamento base (quello standard che prevede l’assenza dell’HD ed un solo schermo) resterà invariato a 7,99€ al mese (poco meno di 100 euro annui), mentre quello condiviso (che io consiglio vivamente) che consente il download, l’HD e ben due schermi contemporaneamente è aumentato di 1€ (11,99€ al mese, circa 144 euro anni, quindi 72 euro a testa). E’ aumentato di 2€ al mese invece quello Premium, che consente il download, l’HD e ben quattro schermi online contemporaneamente: il mese costa 15,99€ (circa 192 euro anni, quindi – se sottoscritto con altre tre persone – circa 48 euro a testa).

Netflix, ecco perché sono aumentati i prezzi

Secondo il Corriere, Netflix ha deciso di aumentare di qualche euro i vari abbonamenti in previsione dell’elevata concorrenza che mai come in questi mesi è martellante. Solo nel nostro paese è possibile abbonarsi ad Infinity (di Mediaset), PrimeVideo (di Amazon), NowTv (di Sky) e TimVision (di Tim), ma il vero competitor di Netflix è disponibile solo negli Stati Uniti ed in pochi altri paesi e si tratta di Hulu. Attesissimo, invece, l’arrivo di Disney+ che debutterà a novembre con tutti i cartoni Disney, la saga di Star Wars, i film della Marvel, i documentari di National Geographic, i film della Pixar e quelli della 20th Fox.

Schermata 2019-06-20 alle 21.54.38

netflix

TECH

Articoli più letti del mese