nicki minaj cardi b passato

Nicki Minaj sgancia due bombe sul passato di Cardi B

Ieri sera durante un episodio della sua Queen Radio Nicki Minaj ha massacrato Cardi B:

Questa donna è un pagliaccio, una bugiarda. Lei va avanti con la compassione e con le mazzette.
Bella sei entrata nella mia cultura. Ma io non ho mai dovuto sc*parmi un dj per far suonare le mie canzoni. Lei è andata avanti pagando le radio affinché trasmettessero le sue canzoni, facile attaccarmi e farmi passarmi da cattiva.
Tu chiami scarafaggi le donne nere, le vere femmine non lo farebbero mai. Non si attaccano le donne! Io non attaccherei mai una donna. Tu e il tuo f*ttuto uomo. Andatevene a fare in c**o.
Hai messo le mani su determinate persone e la cosa non va bene. Punto. Non faccio la str*nza in un reality show e non sono una di quelle spogliarelliste. Questa è all’apice della sua carriera e sta pensando a lanciare scarpe e bottiglie. Questa è arrabbiata e triste, ha seriamente bisogno di aiuto.”

Ma a parte le varie frecciatine, la rapper di Chun Li ha sganciato una bomba sul passato della sua rivale. La Minaj ha portato in studio una madre che sostiene che Cardi nel 2014 abbia chiamato “scimmia” suo figlio morto.

“Nel 2014 lei ha pubblicato un video su Instagram e parlando dei suoi denti ha detto che non li avrebbe mai rifatti. Io ho commentato dicendole di rifarseli. Lei è venuta sul mio profilo e deve aver letto la mia biografia e mi ha risposto dicendo: ‘Ecco perché non avresti dovuto drogarti, forse quella scimmia di tuo figlio adesso sarebbe ancora vivo’.”

Nicki ha specificato che questa è la stessa donna che lancia le scarpe contro di lei accusandola di aver giudicato la sua maternità. Non contenta la cantante di Barbie Dreams ha anche portato le prove che dimostrano che due donne hanno citato in giudizio Cardi per averle aggredite fisicamente.

Tra la figuraccia alla Fashion Week e queste bombe, direi che siamo davanti ad un evidente 2 a 0 per Nicki.
Aspettiamo la risposta di Cardi.

 

Nicki Minaj

comments

GOSSIP

Articoli più letti del mese