Follia omofoba al Christian Day di Roma: “I gay portano i terremoti e sono un abominio”

30 Gennaio, 2020 di Fabiano Minacci

Lo scorso 25 gennaio per le strade del centro di Roma si è tenuto il Christian Day. Saverio Tommasi di FanPage ha intervistato alcuni manifestanti e i loro deliri omofobi sono finiti in un video diventato virale. C’è chi dice che l’omosessualità è un abominio, chi sostiene che dobbiamo pentirci e vincere “il nostro vizio” e addirittura chi è certo che i gay causino i terremoti.

Scendono in piazza in nome dell’amore, della fratellanza e del rispetto per il prossimo e vomitano odio, pregiudizio e cattiverie. Io continuo a ripetere: se un Dio esiste, in questo momento si sta vergognando profondamente del suo fanclub.

Ecco solo alcune delle perle uscite da questo Christian Day.

“Dio ha creato uomini e donne. La famiglia è fatta da uomini e donne. Non è così che si vive. Si può vincere anche queste cose qua offrendo il loro corpo in olocausto a Dio.  Devono superare questi schifi e vincere queste tentazioni”.

“Comunque giusto per inciso, Gesù Cristo sta tornando. La devastazione dell’Australia? Apocalisse. Se dobbiamo cominciare a lottare per difendere il nome di Gesù Cristo, io ci sono”.

“L’immoralità, l’omosessualità, perché il Signore ha detto che negli ultimi tempi il mondo sarà come Sodoma e Gomorra. Guerre, terremoti, omosessualità, tutto insieme. I terremoti non sono proprio un evento naturale”.

“L’omosessualità è un abominio”.

“L’omosessualità è un vizio, una perversione”.

“Non si può tollerare l’omosessualità e tutte queste cose. Non è nella parola di Dio. Non si tollera quello che va fuori dai principi”.

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!