Omofobo attivista anti gay beccato su Grindr a cercare top: “Sono versatile”

28 Aprile, 2020 di Anthony Festa

Video a luci rosse gay di un wrestler omofobo, clip intime inviate ad altri uomini per un politico con posizioni anti LGBT (che ora ha fatto coming out) e adesso alla lunga lista di figure di m**da fatte dagli omofobi si aggiunge quella di Christiaan Otto.

Il ragazzo in questione è noto come “attivista anti gay”, sui social ha condannato più volte l’omosessualità, arrivando a dire che è una malattia mentale, che conduce all’inferno e che il CoronaVirus è nato dai “fr**i”.

“Vorrei chiarire una cosa, l’omosessualità è al 110% un peccato. Dio ha creato il matrimonio per essere tra un uomo e una donna. Non mi interessa come ti senti al riguardo, solo Dio definisce il matrimonio – non tu! […] Non si tratta di me, ma di natura e quella è una malattia oltre che un peccato verso nostro Signore. Cosa può nascere da due uomini?”.

Dopo aver vomitato per anni odio contro la comunità LGBT, Christiaan Otto è stato recentemente accusato di vivere una doppia vita sulla nota app d’incontri Grindr.

Una pagina chiamata “Expose Christiaan Otto” assicura di aver beccato il profilo Grindr dell’omofobo ed ha anche pubblicato degli screen. Otto però sostiene di essere vittima di falsità: “Quelli stanno creando solo falsità sulla mia persona. Non conosco Grindr, non so cosa sia. Hanno preso delle mie foto e hanno creato quel profilo”.

Dopo queste dichiarazioni di Christian Otto, la pagina Facebook ha pubblicato nuovi screenshot in cui l’attivista omofobo si lamenta con il ragazzo che l’avrebbe smascherato facendogli outing.

“Pensavo di potermi fidare di te amico. Dici di aver eliminato le chat di Grindr. Cosa stai cercando di fare? Cancella e bloccami![…] Quindi? Ok, sparisci e brucia all’inferno!”

Quindi è tutta una congiura contro di te Christian?

Fonte: Queerty, LGBTNation, PinkNews

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!