Pamela Perricciolo Eliana Michelazzo Pamela Prati

Pamela Perricciolo: “Mark Caltagirone lo abbiamo inventato noi tre. Adesso scappo a Zanzibar”

Pamela Perricciolo ha detto la verità (più o meno, come ha poi sottolineato) svelando a Selvaggia Lucarelli fra le pagine de Il Fatto Quotidiano chi c’è dietro all’identità di Mark Caltagirone.

Inizialmente Donna Pamela ha tentato di dire l’ennesima bugia rivelando che dietro il profilo di Caltagirone ci sarebbe potuto essere un ragazzo di nome Marco, suo cliente del ristorante, salvo poi contraddirsi ed ammettere poco dopo che dietro l’identità dell’uomo d’affari si è sempre nascosta lei, la moglie e mamma più famosa d’Italia: Pamela Prati.
(Insomma, lo aveva ammesso implicitamente anche lei dalla d’Urso, no?).

“Non sono io Mark Caltagirone. C’è un Marco che veniva al mio ristorante, forse era lui. Pamela Prati raccontava anche a me che Caltagirone esisteva: ho suoi messaggi in cui mi dice che è sul divano accanto a lui. Chi aveva la password del profilo di Mark Caltagirone? Pamela Prati”.

Selvaggia Lucarelli a questo punto, avendo notato una discrepanza nel racconto della Perricciolo, le suggerisce di dire la verità. “Forse è il momento di dire la verità, no? Io credo che tu ed Eliana gestivate qualche profilo fake, vi divertivate a giocare con identità false. Poi quando avete incontrato Pamela Prati la cosa vi sia sfuggita di mano..“, ottenendo una quasi confessione:

“Come ne devo uscire? Cosa dico? Che lo abbiamo inventato noi tre? Secondo te dovrei dire questo? Pensa che figura di mer*a. Io per fortuna me ne sto andando a Zanzibar, apro un resort. Sì. E’ andata come dici te. Però un Marco al ristorante è venuto. Abbiamo creato il personaggio dell’anno: c’è il gusto del gelato Caltagirone, le magliette, all’autogrill le signore mi offrono il caffè e mi chiedono se la Prati si sposa”.

Ed ancora:

“Pamela non è una vittima, non lo so con chi chattava, diceva bugie anche a me sul fatto che incontrava questo Mark. Poi io lo sapevo che Pamela era consapevole, il profilo di Mark lo gestiva lei, le password di Mark le ha Pamela. A un certo punto ha visto che poteva guadagnare e non si è più fermata. Ora ne parlo con gli avvocati e dirò la verità. Farò un comunicato. […] Io dico che abbiamo cazzeggiato con le password, ma le altre non lo diranno mai. E’ la verità più o meno. E’ stato tutto un gioco, tanto che abbiamo firmato quel documento per non confessarlo. Inutile ora andare in tv a fare le vittime. L’ho detto ad Eliana: ma pensi di ripulirti?”

Quindi, Simone Coppi sarebbe stato creato da Pamela Perricciolo e non avrebbe mai ingannato Eliana Michelazzo (che anzi, sapeva tutto ed era complice). Mark Caltagirone invece pare sia stato partorito dalle loro tre menti, ma gestito solo dalla Prati, che tuttavia avrebbe mentito alle sue stesse complici, dicendo di essere sul divano accanto a lui.
Più che 113 io qua chiamerei un altro numero

GOSSIP

Articoli più letti del mese