rossopomodoro risponde video comunicato stampa

Rossopomodoro risponde allo scandalo del video girato nelle cucine di Milano

Il video che ho pubblicato stamani ha fatto il giro del web, molte testate giornalistiche hanno riportato la clip e finalmente Rossopomodoro ha risposto allo scandalo attraverso un comunicato stampa.

“Comunicato Stampa 28 gennaio 2019

Rossopomodoro prende nettamente le distanze dall’episodio ripreso nel video e annuncia di aver immediatamente avviato una inchiesta interna.

Si scatenano i social per un video postato in rete in cui si vede un dipendente di Rossopomodoro spruzzare deodorante verso i colleghi all’interno del punto vendita di Milano Stazione Centrale.

Rossopomodoro prende le distanze e si dissocia fermamente dal comportamento discriminatorio che non appartiene né per costume, né per tradizione, né per vocazione all’azienda di origine partenopea.

L’amministratore Delegato Roberto Colombo precisa che il Gruppo Sebeto ha tra i suoi collaboratori ragazzi e ragazze di diverse etnie e di tutte le regioni d’Italia e che non si sono mai verificati in tanti anni di storia del gruppo, problemi di questo genere.

Nello stesso tempo l’AD Sebeto conferma che la direzione non ha mai ricevuto doglianze dai suoi dipendenti o da chicchessia per comportamenti inadeguati del proprio personale e che sulla vicenda è stata disposta una inchiesta interna all’esito della quale saranno assunti tutti i provvedimenti che risulteranno necessari per preservare l’onorabilità dell’azienda.

Rossopomodoro assume ed ha sempre assunto il personale indipendentemente dalle proprie origini tant’è che nella forza lavoro già attiva in Italia i dipendenti provenienti da fuori Italia rappresentano il 35% della forza lavoro complessiva.

Per informazioni alla stampa”.

Felice che l’azienda stia facendo un’indagine interna e continuo a sperare che si tratti solo di uno scherzo di cattivo gusto. Anche se le parole della ragazza che ha diffuso il video lasciano poco spazio alle interpretazioni.

“Qui in centrale ristorante rosso pomodoro dove lavoro io ma sai cosa cosa non ci fa davanti da me perché finirà male. Sai cosa gli ho detto sono pronto turnare mia paese ma niente umiliazione. Noi sentiamo tutte le umiliazione siamo Africani di m**da siamo putani siamo poverini no ho più la forza da turnare gli è meglio che rimangono senso lavoro. Ho sentito tanto umiliazione ma costa volta è troppo non riesco più turnare li per lavorare. […] Milano centrale dove ci sono i treni lavoro io. Questo è successo ieri mattina ma sono accordo la serà quando mi chiamato lui piangevo perché è paura perdere il lavoro”.

 

 

comments

NEWS

Articoli più letti del mese