Sanremo 2021, il patron del Teatro Ariston avverte: “Il Festival può slittare”

15 Aprile, 2020 di Fabiano Minacci

Il Festival di Sanremo 2021 ci sarà, ma come confessato da Walter Vacchino a Sanremo News, la kermesse canora potrebbe slittare se a febbraio saranno ancora in vigore le norme di contenimento del Covid-19.

“La 71esima edizione del Festival di Sanremo? Serve un’ampia riflessione. Se la data di inizio febbraio non permette di fare un Festival con luci, lustrini e tutto il resto, allora può essere che si pensi di spostarlo in avanti di uno o due mesi.L’altra ipotesi, quella più ottimistica, è che ai primi di febbraio la situazione sia tale da permettere, rispondendo a certe norme, di godersi lo spettacolo come in qualsiasi altro teatro”.

Insomma, il patron del Teatro Ariston vuole fare un Festival di Sanremo con i contro-fiocchi e non con la platea dimezzata, le distanze di sicurezza e la sala stampa con le mascherine. All’idea di distribuire gel igienizzante all’ingresso del Teatro, Walter Vacchino preferisce posticipare di un paio di mesi l’evento.

Il patron ha poi concluso alludendo al fatto che sarebbe meglio non fare il Festival piuttosto che farlo senza pubblico e con le misure di contenimento, ma dubito che questo la Rai – che sul Festival di Sanremo guadagna milioni di euro di utile – glielo permetta.

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!

TAGS