Skam Italia: occhi puntati su Pietro Turano

18 Maggio, 2020 di Fabiano Minacci

La quarta stagione di Skam Italia è su Netflix e fra i suoi protagonisti c’è anche Pietro Turano, a cui è stato affidato il difficile compito di realizzare il riassuntone delle stagioni precedenti. E’ del suo personaggio Filippo Sava, fra l’altro, una delle scene più belle:

«Io rispetto molto questo tuo stile ‘gay pride’, semplicemente quello che voglio dire è che io non sono così e non penso che potrò mai esserlo. Perché devi andare ai gay pride e urlare al mondo con chi ti va di scopare?»

«Ti voglio dire un paio di cose su queste persone che ti fanno tanto schifo. Tu adesso guardi i miei capelli, guardi il mio tatuaggio – ma non ti rendi conto che io domani vado a prendere l’autobus e potrei essere massacrato di botte dal primo fascista di merda.  Tu pensi che questa roba siano scelte frivole. Le camicie, il tatuaggio colorato, il Pride– non c’è niente di frivolo nel rischiare anche la vita ogni volta che si esce di casa. E ti dirò di più: queste persone che a te fanno schifo preferiscono morire piuttosto che fingere di essere quello che non sono. Tu ce l’hai questo coraggio, Martino? Secondo me, no. Non ancora. E allora dovresti stare attento a non giudicare le persone che vanno al Gay Pride, le persone che lottano per i tuoi diritti, anche se non te ne rendi conto»

Quale dialogo migliore per presentare il magistrale Pietro Turano, che nel remake italiano interpreta come già scritto Filippo Sava, fratello di Eleonora (Benedetta Gargari) mentre nella serie tv originale è Eskild, coinquilino di Isak/Martino.
Filippo si autoproclama guru e ha tutte le ragioni per farlo: nella seconda stagione gioca un ruolo importante nella realizzazione e accettazione di Martino (Federico Cesari)

Nella terza stagione invece è un fratello affettuoso, sempre in prima linea per aiutare la sorella e per garantirle un po’ di felicità.

Pietro Turano è nato a Roma da una famiglia di artisti, il padre infatti è uno scultore pittore e fumettista, e inoltre ha una curiosa pagina Instagram.
Pietro durante un’intervista ha apertamente e tranquillamente raccontato di quando – a 11 anni guardando la serie Queer as Folk – si è sentito intero ed ha capito di essere omosessuale, dopo anni passati a sentirsi diverso. Ha pure confessato che la famiglia lo ha serenamente accettato, e con tenerezza ricorda le prime parole che il padre gli ha rivolto: «Sei sereno? Stai male?»
Pietro ha quindi fatto suo il personaggio di Filippo Sava, sembra quasi che siano la stessa persona, senza finzione.

Pietro è un attivista impegnato per i diritti della comunità LGBT+ , consigliere nazionale Arcigay e componente del direttivo Arcigay di Roma, dove si occupa principalmente di parlare ai giovani di scuola, educazione sessuale, accettazione, salute e relazioni.
Fa inoltre parte dell’organizzazione Gay Center e anche durante l’emergenza Covid-19, Pietro si è attivato e si è reso disponibile ad assistenza gratuita per chiunque, dalle persone anziane in isolamento a persone vittime di abusi. Una campagna di sensibilizzazione così importante che potete trovare qui.

Pietro Turano di Skam Italia, la sua vita privata

Ha un compagno di nome Jacopo, stanno insieme da qualche anno e spesso Pietro Turano pubblica foto artistiche scattate proprio dal fidanzato, che lavora nel campo della comunicazione e come si legge nel suo curriculum, promuove e organizza eventi importanti come la Biennale di Venezia: ecco infatti i due insieme al regista Guillermo del Toro.

Oltre a Skam Italia, Pietro Turano ha partecipato ad uno spettacolo di Dante Antonelli dal titolo Atto di Adorazione che vede come protagonisti quattro giovani ventenni che si incontrano in un parco per sentirsi finalmente liberi dalle etichette sociali e familiari, mettersi a nudo e affrontare i propri traumi.

Ha inoltre partecipato, insieme a Rocco Fasano, ad un videoclip di Bolo Mai, dal titolo Tre Lati.

Sempre con Rocco ha posato per Flewid Book insieme a Greta Ragusa (che, in Skam Italia, interpreta Silvia).

Pietro ha davvero tanto da raccontare e tanto da dare, insomma, è un personaggio estremamente interessante.
Che ne pensate di lui? Vi piacciono i suoi progetti?

Questo articolo è stato scritto da Benedetta Stangoni.

 

Chi vorreste come protagonista del prossimo articolo?

Rocco Fasano
Giancarlo Commare
Created with Quiz Maker

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e Twitter!

TAGS